martedì 30 novembre 2010

Spider-man 546 e Modern Warfare 2: Ghost 3

Passiamo ora ad un paio di fumetti americani:


Titolo: Spider-man n.546
Genere: fumetto americano marvel, supereroi
Storia: Dan Slott, Fred Van Lente, Greg Weisman e Mark Guggenheim
Disegni: Michael Lark, Joe Quinones, Luke Ross e Adriana Melo
Trama: in questo numero di Spider-man troviamo ben quattro storie. La prima è dedicata a "la sfida" di Mr. Negativo e vedrà Spidey impegnato insieme alla Gatta Nera nel riprendersi la fiala di sangue che potrebbe seriamente metterlo in difficoltà (il supercriminale ha infatti sintetizzato un gas che uccide tutti coloro che possiedono un certo DNA); nella seconda avventura vediamo il ritorno in scena di Morbius, il vampiro che per anni è stato uno dei nemici classici del tessiragnatele; nel terzo episodio vediamo come se la passa, dopo esser tornato dalla guerra, Flash Thompson e scopriamo se mai riuscirà a superare il trauma della mutilazione alle gambe; per concludere troviamo la terza parte dell'avventura della nuova Jackpot e scopriremo se è davvero in grado di essere una nuova supereroina e se è capace di difendere coloro che ama.
Commento: partiamo dicendo che la copertina di questo numero (davvero bella) è del tutto fuorviante dato che non c'è uno scontro tra Spidey e Morbius. Ma, come sempre, analizziamo le singole storie: la prima l'ho trovata molto utile per i prossimi episodi di Spider-man e ci ha dato un assaggio della vera potenza di Mr. Li (davvero interessante), anche se mi aspettavo uno scontro più interessante; la seconda avventura doveva essere la più bella (dato che trattava dello scontro con Morbius) ma si è rivelata quella più sottotono presentandoci un nemico spompato e privo di carisma e una trama troppo esile per poter entrare nei nostri cuori; il terzo episodi l'ho trovato davvero stupendo, sia dal punto di vista grafico che da quello della trama, a riprova che non servono supereroi in calzamaglia per fare una storia di supereroi; la terza parte della prima avventura di Jackpot è decisamente interessante e presenta un nemico come Boomerang con un carisma che ricorda vagamente il Bullseye di tanto tempo fa. In definitiva un numero che delude solamente per la storia più "importante" ma che per il resto coinvolge e trascina il lettore per tutta la durata dell'albo. Consigliato agli amanti di Spidey che hanno intenzione di entrare nel mondo del tessiragnatele solamente ora, ma anche a coloro che sono già entrati in questo magnifico universo da tempo. Da notare, per concludere, la presenza dell'inserto "Front Line" che vi darà delucidazioni sulle ultime uscite Marvel di novembre!
Voto: 8 1/2


Titolo: Modern Warfare 2: Ghost 3
Genere: fumetto americano, azione
Storia: David Lapham
Disegni: Kevin West
Trama: si conclude con questo numero la storia raccontata da Ghost mentre si ritrova rapito da un gruppo di terroristi insieme ad altri ostaggi. Nella storia Simon Riley è un soldato della S.A.S. che è stato coinvolto in una missione finita male e dopo aver subito torture fisiche e psicologiche dal nemico è ora pronto a vendicarsi. Che fine ha fatto Simon Riley? E che cosa ne sarà di Ghost una volta terminato di raccontare la sua storia? Le risposte in questo ultimo numero tratto dal videogame "Modern Warfare 2"!
Commento: sicuramente ci troviamo di fronte al miglior volume dei tre dedicati a questo personaggio. La trama si sviluppa senza colpi di scena ma ci trasmette parecchie soddisfazioni nell'eliminazione dei cattivi di turno; i disegni sono, come sempre, molto curati e riescono a rendere alla perfezione sia le scene d'azione che quelle statiche grazie alla pulizia delle tavole che ci permettono di assistere con precisione anche alle parti più violente. Un piccolo plauso va fatto per il personaggio di Ghost che, ancora una volta, si dimostra il più interessante all'interno del mondo creato da Infinity Ward. Consigliato principalmente ai fan del gioco (o del personaggio) e a coloro che cercano un fumetto d'azione maturo e violento da gustarsi in pochi numeri e in poco tempo.
Voto: 7/8

Ga-rei 10 e Soul Eater 10

Come promesso ieri ecco che continua la sfilza di commenti a fumetti! Sotto quindi con altro due manga:


Titolo: Ga-rei n.10
Genere: manga, action
Storia: Hajime Segawa
Disegni: Hajime Segawa
Trama: Kagura sta finalmende riacquistando la memoria; il problema è che non è l'unica a farlo. Anche Yomi, infatti, si è risvegliata e, dopo essere stata fatta fuggire da un'imprevedibile traditrice, cerca di nascondersi dallo sguardo dell'Ufficio Contromisure. Come prenderà la cosa Kensuke? E chi sono i misteriosi individui che tengono sott'occhio Kagura e Yomi? Piccola chicca finale è la ministoria dedicata a Shizuru e alla sua nuova vita!
Commento: dopo il calo dei numeri 4-5-6 ecco che continua la grande ascesa di Ga-rei! La trama diventa numero dopo numero più interessante e imprevedibile, catturando il lettore grazie a scene comiche mixate con ottime scene d'azione; per quanto riguarda i disegni c'è da dire che, pur essendo migliorati rispetto ai primi numeri, non riesco ancora a farmeli piacere del tutto e riescono a convincermi pienamente solamente nelle parti umoristiche. Consiglio questo fumetto a coloro che cercano un manga carico d'azione che sappia coinvolgere e stupire numero dopo numero (pur senza arrivare a livelli altissimi) grazie a colpi di scena ben calibrati e a personaggi che sanno farsi da subito apprezzare.
Voto: 7 1/2


Titolo: Soul Eater n.10
Genere: manga, action
Storia: Atsushi Ohkubo
Disegni: Atsushi Ohkubo
Trama: si conclude in questo numero la terribile battaglia per il possesso del misterioso strumento magico "Brew"! Ma quali saranno le conseguenze di questo scontro? Intanto all'interno della DWMA cominciano ad instaurarsi i primi dubbi riguardo ad una possibile spia presente nell'accademia e per questo viene incaricato un esperto di interrogatori per condurre le indagini: Beater Joe il pestatalpe. Riuscirà a fare luce sugli oscuri avvenimenti?
Commento: Soul Eater riesce sempre a divertirmi e ad appassionarmi grazie, soprattutto, ad un carisma dei personaggi davvero invidiabile. La trama è già di per se molto interessante e, con gli ultimi sviluppi, si infittisce ancora di più. I disegni sono molto particolari e riescono certamente a far colpo sul lettore grazie anche a molteplici primi piani che evidenziano queste particolarità (non si trovano volti così strani in altri manga). Consiglio questo fumetto a tutti coloro che cercano un manga carico di azione, dalla trama interessante e dai personaggi unici che sin da subito entreranno nei vostri cuori e che vi faranno desiderare sin da subito di leggere il tankobon successivo!
Voto: 8/9

lunedì 29 novembre 2010

Suikoden V 4 e World Embryo 5

Eccoci al primo appuntamento della settimana totalmente dedicato alle ultime letture! Nonostante la mia assenza nelle giornate di sabato e domenica (sabato=festa ma domenica=lavoro) sono riuscito a leggere qualcosina. Quel "qualcosina" consiste in quattro manga e in un paio di americani; questa sera probabilmente riuscirò a scrivere solamente un post riguardo ai primi due manga perchè, a causa di "the walking dead" su Fox e del sonno accumulato, la serata volerà via molto velocemente e non mi lascerà il tempo di terminare l'opera. Partiamo quindi subito e a risentirci nella giornata di domani con la seconda parte dei commenti. Bye!


Titolo: Suikoden V n.4
Genere: manga, action/fantasy
Storia: Mizuki Tsuge
Disegni: Mizuki Tsuge
Trama: assistiamo in questo ultimo numero alla cerimonia di fidanzamento della giovanissima principessa Lymsleia! Proprio dopo questa lussuosa cerimonia il Palazzo del Sole cade vittima di un attentato che lo farà cadere nella più totale oscurità. Tocherà al principe Ardil scoprire chi sono i colpevoli di tale atto e saper distinguere gli alleati dai nemici. Riusciranno Ardil e compagni a difendere il Palazzo del Sole? E qual'è lo scopo dei misteriosi assalitori? Le risposte in questo ultimo numero della serie tratta dal famosissimo videogame!
Commento: boh. Devo dire che questo ultimo numero di Suikoden V mi ha totalmente confuso: la trama è sicuramente interessante e tende a svilupparsi in modo accattivante e di sicuro interesse per il lettore, ma proprio sul più bello si arriva a fine tankobon e si scopre che la storia termina lì (essendo il quarto numero di quattro non avrà seguito su questa serie) stroncando bruscamente il racconto. L'unica cosa che spero è che la trama possa continuare su un'altra serie di Suikoden (se non sbaglio di prossimo arrivo sempre targata Jpop) e continui la narrazione nel punto dove è stata interrotta, ma si tratta di semplici mie congetture. Nulla da appuntare riguardo ai disegni che, seppur molto semplici e dal character design poco vario, riescono a fare il loro dovere e a non farsi disprezzare durante lo svolgimento della trama. In definitiva un buon "fine saga" ma che si spera essere tale e non una conclusione alla serie (altrimenti la situazione sarebbe drammatica). Consigliato a chi ama le storie fantasy con intrighi politici (anche se si può trovare di meglio sul mercato) e a coloro che hanno adorato il videogame e che vogliono assolutamente poter tornare nel magico mondo di Falena.
Voto: 6 1/2


Titolo: World Embryo n.5
Genere: manga, sci-fi
Storia: Daisuke Moriyama
Disegni: Daisuke Moriyama
Trama: in questo numero di World Embryo troviamo davvero tante novità, a partire dal neonato rapporto di fiducia tra Riku e Arisugawa sino ad arrivare a scoprire la verità su Takao (il cacciatore di Jinki)! Come se non bastasse ecco che tra le file della F.L.A.G. (il dipartimento che si occupa di abbattere i Kanshu) si aggiunge un ex compagno di classe di Riku: Tougo Kazama; e le cose non saranno più come prima.
Commento: ammetto che questa serie ha su di me un fascino strano. Mi rendo conto che, probabilmente a causa della rarità degli albi (non usciva da nove mesi), la trama potrebbe risultare leggermente frammentaria e che persino i disegni non sono i migliori sulla piazza (seppur davvero validi), ma sta di fatto che una volta che ho iniziato a leggere questo manga difficilmente riesco a staccarmi, e penso che il motivo principale sia il carisma e il fascino dei personaggi. Mi sono appassionato ad ogni singolo personaggio e, per questo motivo, consiglio di leggere questo fumetto a tutti coloro che cercano un character design davvero ben fatto e che, tramite le storie di ognuno, trasmetta emozioni al lettore. Piccola nota: ho scoperto che l'autore di questo manga è lo stesso della serie "Chrono Crusade" che trasmettono anche su "Man-ga" (canale 149 di Sky)!
Voto: 8/9

venerdì 26 novembre 2010

Tales of Symphonia 4 e Onepiece new edition 33

Continua la serie di post giornalieri dedicati ai vari fumetti (ultimamente spesso manga). Posso già affermare, inoltre, che domani non inserirò alcun post a causa del mio viaggio in quel di Pordenone (rivedere un caro amico e concerto degli Elvenking in serata!); sapendo che la cosa non vi tocca lontanamente vi saluto e vi auguro un buon fine settimana. Bye!


Titolo: Tales of Symphonia n.4
Genere: manga, action/fantasy
Storia: Itoshi Ichimura
Disegni: Itoshi Ichimura
Trama: continua la terribile battaglia dei nostri eroi contro il terribile spirito elettrico Volt! Solamente dopo averlo sconfitto scopriranno che il modo per unire i due mondi (e ristabilirne la pace) è quello di assorbire il potere di tutti gli spiriti rimanenti. Ma se le cose non fossero così? Se privare il mondo degli spiriti volesse dire portarlo alla rovina? E chi è il misterioso Mithos? Tutte le risposte e altre scoperte, rivelazioni e tradimenti in questo manga tratto dalla celebre serie di videogame!
Commento: ho trovato questo numero di Tales of Symphonia molto più interessante (e ben scritto) rispetto allo scorso! La trama si sviluppa in modo interessante e, talvolta, inaspettato garantendo una buona dose di colpi di scena che tengono incollato il lettore al manga; i disegni sono, nella loro semplicità, molto pertinenti alla storia nonostante non riescano mai a stupire particolarmente l'osservatore. Un fumetto consigliato agli amanti del fantasy/action e a coloro che hanno amato il videogame dal quale è tratto; per tutti gli altri suggerirei di dare un'occhiata al primo volume della serie (composta da cinque tankobon più uno speciale) e di decidere di conseguenza se recuperare i successivi o meno.
Voto: 7 1/2


Titolo: Onepiece new edition n.33
Genere: manga, avventura
Storia: Eiichiro Oda
Disegni: Eiichiro Oda
Trama: volume interamente dedicato al terribile duello tra la ciurma di Rufy e quella di Foxy! Questa particolare battaglia si dividerà in tre round e ad ognuno di essi la squadra perdente dovrà cedere un giocatore che andrà ad ingrossare le fila della ciurma rivale. Riusciranno i nostri eroi a combattere rimanendo uniti o perderanno qualche membro del gruppo? E cosa fare quando sembra che la slealtà degli avversari passi impunita? Leggete questo numero di Onepiece per scoprirlo!
Commento: Onepiece riesce sempre a catturarmi una volta iniziato a leggere il volume. La trama continua a svilupparsi e ad inserire nuovi divertenti personaggi che ingrossano le (già consistenti) file di questo manga; come se non bastasse troviamo dei dialoghi sempre abbastanza brillanti che, puntando sull'umorismo, riescono a far sorridere più di una volta qualsiasi lettore. I disegni sono, come sempre, molto caricaturiali e tendono anch'essi a far ridere piuttosto che ad impressionare per la qualità. Consigliato agli amanti dei fumetti d'azione e avventura che troveranno in questo manga uno dei migliori esponenti del genere (quasi obbligatorio da avere); per coloro che non lo avessero mai provato suggerisco di recuperare al più presto i primi numeri per poter entrare anche voi nel divertente mondo di Onepiece!
Voto: 8 1/2

giovedì 25 novembre 2010

My Otome 4 e Brave Story 12

Difficile da credere ma sembra proprio che io abbia trovato il ritmo per tutto. Ora riesco a disegnare, gestire blog, leggere, videogiocare, disegnare (x2), etc senza dover mai sacrificare nulla. Il metodo? Rilassarsi, dividere la giornata in unità ("About a boy" insegna) e divertirsi nel fare le cose. Nulla più. Nonostante il mio ultimo post sia stato fatto ieri ne ho già pronto un altro, sempre dedicato al commento di un paio di manga; per questo motivo vi saluto e spero di continuare con questi ritmi. Bye!


Titolo: My Otome n.4
Genere: manga, action
Storia: Hajime Yatate, Tatsuto Higuchi e Hiroyuki Yoshino
Disegni: Ken-etsu Sato
Trama: alla fine, nonostante la vera identita di Mashiro, sembra proprio che sarà costretto a diventare la prossima regina. Proprio durante la cerimonia dell'incoronazione si scopre che qualcuno sembra averer piani diversi ed ecco che le cose prendono una brutta piega, mettendo Mashiro e le sue amiche in serio pericolo. Un numero carico di colpi di scena dove il vero nemico verrà alla luce e il nostro eroe sarà costretto a misure estreme per sopravvivere e salvare coloro che ha più a cuore.
Commento: numero carico di colpi di scena (alcuni più, altri meno ispirati) nel quale torneranno personaggi anche della scorsa serie ("My Hime") al fine di rendere la storia sempre più avvincente. La trama si sviluppa in modo abbastanza intricato (non per la storia, ma per come è scritto) ma riesce comunque a far presa sul lettore soprattutto grazie carisma dei personaggi che, talvolta, sembra emergere solamente da questo tankobon (Nagi su tutti); per quanto riguarda i disegni c'è poco da dire: sono molto belli e riescono a convincere appieno nonostante qualche tavola particolarmente caotica. Consigliato agli amanti delle storie d'azione con belle ragazze, il tutto contornato da una sana dose di umorismo che, seppur in maniera minore dei precedenti episodi, riesce a strappare il sorriso per più di una volta. Speriamo possa ulteriormente migliorare nel prossimo (e ultimo) numero, in modo da avere un fumetto che, diversamente dagli standard, diventa sempre più interessante.
Voto: 7/8


Titolo: Brave Story n.12
Genere: manga, action/fantasy
Storia: Miyuki Miyabe
Disegni: Yoichiro Ono
Trama: Wataru riesce finalmente a raggiungere Kaori che, posseduta da un demone, ha intenzione di porre fine a tutti gli esseri viventi di Vision grazie ad un potentissimo cannone ad energia. Riuscirà a liberare la ragazza da questa terribile entità? Quali saranno i rischi da correre? E soprattutto, chi è il demone che ha preso il corpo di Kaori? Le risposte a queste domande e tanto altro (compresa la battaglia di Ki Kima e Jozo) in questo nuovo numero di Brave Story!
Commento: continuano le avventure di Wataru e compagni, impegnati in una gigantesca battaglia per la pace su Vision. Devo dire che il modo nel quale è scritta la storia riesce a catturarmi sempre di più e, nonostante la trama non sia nulla di innovativo, riesce nell'intento di divertirmi e condurmi dalla prima all'ultima pagina senza che me ne renda conto. I disegni sono come sempre molto semplici ma allo stesso tempo unici; da notare che talvolta alcuni personaggi sembrano quasi adolescenti, mentre nella vignetta dopo appaiono molto più giovani (se qualcun'altro l'ha notato me lo faccia sapere). Un manga consigliato agli amanti delle storie d'azione fantasy e a tutti coloro che cercano una storia senza troppe pretese che però appassioni dall'inizio alla fine.
Voto: 8

mercoledì 24 novembre 2010

Kurohime 14 e Naruto il mito 42

Salve a tutti! L'unico post che riesco ad inserire nel blog questa sera è un commento agli ultimi due manga letti (nel pomeriggio) da me. Spero che possa interessare a qualcuno e se la pensate diversamente da quanto ho scritto siete pregati di commentare (lo scopo del blog sarebbe anche quello). Per ora vi saluto e a risentirci il prima possibile. Bye!


Titolo: Kurohime n.14
Genere: manga, action
Storia: Masanori Ookamigumi Katakura e Tange Hiro
Disegni: Masanori Ookamigumi Katakura e Tange Hiro
Trama: continua il tentativo di Kurohime di scoprire da dove proviene il lato oscuro di Zero. Dopo essere tornata nel passato la nostra eroina fa di tutto per sare vicina a Zero (quì ancora un bambino) e per questo motivo entra in contatto con "la banda dei lupi" (della quale il piccolo pistolero e suo fratello Rei fanno parte). In questo episodio assistiamo ad una sfida per dimostrare che è il pistolero più veloce del mondo; il palio della gara? La vita e l'anima di Rei. Nella seconda parte del volume troviamo una storia secondaria che narra le vicende di un mercenario e di una pistolera magica di nome Aohime.
Commento: che fatica è stato trovare gli autori di questo manga, in particolare quelli della seconda parte dell'albo! Ho trovato che si tratta di studi che lavorano insieme e che non si può quindi risalire a particolari persone (vi prego se sapete qualcosa di più ditemelo al più presto). Torniamo al fumetto comunque: la trama della storia principale si sviluppa leggermente ma non riesce a stupire come un tempo (soprattutto a causa di una totale mancanza di nuove idee), mentre i disegni continuano a fare bene il loro dovere. Discorso simile per la storia secondaria presente in questo volume: nonostante il fatto di non essere particolarmente bella graficamente c'è da dire che la trama è abbastanza inconsistente e non trasmette assolutamente nulla al lettore. Sperando che la qualità di quest'ottima (almeno inizialmente) serie migliori al più presto, non posso fare altro che sconsigliare l'acquisto di questo particolare numero a tutti coloro che non seguono la serie dall'inizio. Ritengo che solamente coloro che sono veramente appassionati di Kurohime debbano recuperare questo tankobon; per tutti gli altri suggerisco di recuperare i primi, e migliori, episodi in modo da farsi un'idea di quanto può essere realmente valida questa serie.
Voto: 6+


Titolo: Naruto il mito n.42
Genere: manga, action
Storia: Masashi Kishimoto
Disegni: Masashi Kishimoto
Trama: in questo nuovo avvincente numero di Naruto troviamo il finale dello scontro tra Pain e Jiraiya, con un esito che ben pochi potevano immaginare. Come se non bastasse la fine di questa terribile battaglia ecco che ne comincia una ancora peggiore: quella tra Sasuke e suo fratello Itachi. Riuscirà il giovane Uchiha a vendicare la strage del proprio clan? Siamo sicuri che le cose siano andate proprio come lui immagina? Avrete le prime risposte in questo quarantaduesimo tankobon del manga che ha reso Masashi Kishimoto uno dei più grandi mangaka del mondo! Da non perdere.
Commento: devo dire che trovo che Naruto migliori di numero in numero. Il tankobon di questo mese è uno tra i più belli dell'intera serie (parere mio ovviamente) e ritengo che difficilmente riavremo episodi a questi livelli. La trama è scritta, come sempre, in modo magistrale e appassiona il lettore dalla prima all'ultima pagina; come se non bastasse, in questo numero troviamo l'inizio del più bel scontro si sempre: Sasuke VS Itachi. Consiglio questo numero solamente a coloro che seguono la serie; non perchè agli altri non possa piacere, ma perchè non riuscirebbero ad apprezzare la trama essendo la saga iniziata da tempo. Possiamo solamente sperare che il livello dei prossimi episodi rimanga così alto e, da quello che ho sentito, sembra proprio che sarà così!
Voto: 9

martedì 23 novembre 2010

Iron man 32 e Capitan America 6

Continuiamo con un altro paio di fumetti americani:


Titolo: Iron man n.32
Genere: fumetto americano marvel, supereroi
Storia: Brian Michael Bendis, Matt Fraction, Dan Slott e Daniel Merlin Goodbrey
Disegni: Mike Deodato, Salvador Larroca, Neil Edwards e Lou Kang
Trama: secondo numero per la testata di Iron man rivolta al mega evento "Assedio"! In questo numero troviamo quattro storie (tre legate all'evento) dedicate al vendicatore in armatura e due delle tre squadre dei Vendicatori (Oscuri e Potenti). Analizziamole: la prima (e più importante) storia riguarda la follia che sembra possedere Sentry e che portebbe causare la fine del mondo; solamente Osborn può cercare di parlargli per convincerlo a non rilasciare totalmente il suo potere di dieci milioni di soli che esplodono. La seconda avventura è dedicata totalmente ad Iron man che, dopo aver perso la propria intelligenza, si trova in coma vegetativo braccato da "il Fantasma" inviato da Madame Masque al fine di ucciderlo; toccherà al Dottor Stephen Strange cercare di risvegliare la mente di Tony affinchè possa unirsi con loro per sgominare questo Regno Oscuro. Il terzo episodio è dedicato ai Potenti Vendicatori di Pym che, forti della loro guida, tentano di bloccare Loki per scoprire che cosa sta tramando alle loro spalle. L'ultima (mini)storia è dedicata a Arno Stark (l'Iron man del 2020) ed introduce altri personaggi in visione di una grande battaglia.
Commento: Iron man è sempre Iron man e riesce senza dubbio a coinvolgere un qualsiasi lettore grazie sia a storie interessanti (con qualche eccezione) e a disegni che colpiscono. Vediamo singolarmente le storie: la prima l'ho trovata molto interessante ma viene stroncata sul più bello lasciandoci in ansia per una mese; l'avventura dedicata a Tony Stark continua a migliorarsi numero dopo numero e, in attesa del gran finale, ci regala nuove emozioni e ci fa entrare ancora più a fondo nella mente di uno dei più grandi eroi di sempre; il quarto episodio è molto bello da vedere ma lascia leggermente a desiderare a livello di trama (speriamo sia solamente un prologo a qualcosa di più grande); la storia dedicata a Arno Stark è semplicemente inutile, neppure i disegni decenti riescono a sollevare una trama che non sta ne in cielo ne in terra e dei personaggi al limite del fastidioso. In definitiva un numero molto bello per le storie principali, ma che si abbassa drasticamente di livello con l'ultimo episodio. Consigliato a tutti coloro che seguono gli eventi del Marvel Universe negli ultimi tempi che troveranno queste storia molto emozionanti; per tutti gli altri suggerisco di crearsi un minimo di bagaglio culturale prima di leggere questo numero in modo da poterlo apprezzare appieno.
Voto: 8 1/2


Titolo: Capitan America n.6
Genere: fumetto americano marvel, supereroi
Storia: Ed Brubaker, Paul Cornell, Reginald Hudlin, Kyle Higgins e Alec Siegel
Disegni: Luke Ross, Tom Raney, Scott Hanna, Matt Milla, John Paul Leon, Denys Cowan e Agustin Padilla
Storia: eccoci al sesto numero della neonata saga dedicata Cap! In questo volume troviamo quattro storie che non hanno nulla a che fare con il mega evento "Assedio". La prima storia è dedicata all'inseguimento del Cap degli anni 50 da parte di James "Capitan America" Burnes; riuscirà a bloccare il pazzo supersoldato prima che possa fare qualcosa che possa danneggiare l'intero stato? Il secondo episodio riguarda totalmente la Vedova Nera che, dopo aver saputo della morte del suo mentore Ivan, è del tutto intenzionata a trovare il colpevole e a fargliela seriamente pagare. La terza avventura è invece un flashback incentrato sul primo incontro tra Cap (Steve Rogers) e la prima Pantera Nera; insieme dovranno unirsi (con l'aiuto degli uomini di Fury) per sconfiggere la terribile minaccia del Teschio Rosso. In conclusione la seconda (mini)parte della storia dedicata alla fuga di Cap da un castello nazista durante gli anni della guerra.
Commento: ora che è finita la saga "Rinato" Capitan America sembra esser tornato a storie più classiche che riescono a coinvolgere il lettore grazie a trame ben costruite e disegni sempre appaganti. Analizziamo i vari racconti: la prima avventura è molto interessante e avvincente anche se sono curioso di sapere dove voglia andare a parare; la storia dedicata alla vedova nera diventa di numero in numero più interessante e si rivela, anche grazie agli ottimi disegni, la migliore del volume; continua bene il flashback dedicato al primo incontro tra Cap e la prima Pantera Nera che, nonostante non vi siano particolari colpi di scena, riesce a catturare il lettore grazie ai dialoghi interessanti e ai particolari disegni; l'episodio finale (quello di Cap nel castello nazista) seppur disegnato molto bene è privo di qualsiasi spunto narrativo tanto da finire subito nel dimenticatoio. Un ottimo numero per Capitan America che, una volta uscito dallo scorso orribile ciclo, punta a diventare una delle nuove testate di punta della Casa delle Idee. Consigliato ai fan del vendicatore a stelle e strisce e a coloro che cercano storie appassionanti cariche di azione ma allo stesso tempo non prive di una trama interessante (anche se si può ancora migliorare).
Voto: 8+

Retrievers 1 e Ultimate Comics: Enemy 1

Continuiamo con i commenti agli ultimi fumetti letti! Per ora vi lascio con un paio di post dedicati a fumetti americani (ad essere pignoli uno non lo è, anche se lo stile è quello), ma c'è la possibilità che entro sera ne arrivi uno dedicato ad una coppia di manga. Per ora vi saluto e a presto. Bye!


Titolo: Retrievers n.1
Genere: fumetto italiano, supereroi
Storia: Matteo Scalera
Disegni: Matteo Scalera
Trama: la storia narra le avventure del classico supereroe americano (che questa volta prende il nome di "Justice") che deve battersi contro il terribile supercriminale di turno (Von Terror). Se fino a quì la cosa vi sembra abbastanza banale dovete assolutamente provare a leggerlo perchè Scalera ha intenzione di rovesciare completamente le regole del genere supereroistico. Non vi stupite quindi se i dialoghi sono del tutto sopra le righe e se talvolta per ottenere certi risultati bisogna ricorrere ad ogni mezzo. Benvenuti nel mondo di Retrievers.
Commento: questo fumetto mi ha spiazzato. Non sapevo esattamente cosa aspettarmi, ma in ogni caso sono rimasto colpito da questo primo numero di Retrievers! Matteo Scalera (trovate il blog sulla destra -->) non è solamente un abilissimo disegnatore, ma è anche un ottimo narratore; questo fumetto ne è la prova lampante. I dialoghi esagerati e il metodo che ha nel rivolgersi saltuarialmente al lettore, mixati ai bellissimi disegni, rendono questo fumetto un acquisto obbligatorio per gli appassionati del genere supereroistico. Sperando che la serie continui su questi livelli mi sento di consigliarne la lettura a tutti coloro che amano lo stile Marvel ma che talvolta cercano qualcosa di maggiormente innovativo in questo genere.
Voto: 9


Titolo: Ultimate Comics: Enemy n.1
Genere: fumetto americano marvel, supereroi
Storia: Brian Michael Bendis
Disegni: Rafa Sandoval
Trama: chi è il misterioso avversario che cerca di uccidere alcuni tra i più importanti personaggi dell'Ultimate Universe? Cos'hanno in comune Spider-man, la Donna Ragno, i Fantastici Quattro e Nick Fury? Le risposte le troverete in questa nuova miniserie (questo è il primo volume della trilogia) scritta da Bendis e disegnata dal bravissimo Sandoval che cambierà radicalmente le cose all'interno della collana Ultimate.
Commento: c'è poco da fare: a me le saghe "Ultimate" sono sempre piaciute. Lo so che talvolta vi sono delle idee che non tutti possono condividere (Nerd Hulk?), ma la freschezza dei dialoghi (siano di Bendis o di Millar) assieme allo stile moderno delle tavole sono per me motivo più che sufficente per seguire tutte le collane. In questo numero trovate l'inizio di una serie che potrebbe cambiare il mondo Ultimate per sempre (anche se forse dovremmo aspettare il secondo episodio per dire queste cose) e che introdurrà un nuovo nemico per tutti i supereroi rimasti vivi dopo "Ultimatum". Consiglio questo fumetto a coloro che seguono (o hanno seguito) almeno una testata della serie "Ultimate" che troveranno in questo fumetto tutto quello che cercano (azione, amore, battute e una trama interessante); per tutti gli altri suggerisco di darci un'occhiata ma di non scommettere subito su questa trilogia che potrebbe essere, per i meno esperti, poco chiara.
Voto: 8 1/2

lunedì 22 novembre 2010

Spider-man 544 e Spider-man 545

Concludiamo i commenti per oggi con un paio di Spider-man che raccolgono l'intera parte della saga "la sfida" dedicata a Mysterio:


Titolo: Spider-man n.544
Genere: fumetto americano marvel, supereroi
Storia: Fred Van Lente, Frank Tieri, Dan Slott, Sean McKeever e Mike Gallagher
Disegni: Barry Kitson, Eric Canete, Marcos Martin, Dave Ross e Dave Manak
Trama: in questo numero di Spider-man troviamo ben 5 storie dell'arrampicamuri! Nella prima scopriamo le origini di Mysterio, famoso nemico di Spidey, che sembra aver avuto un mentore che gli ha insegnato tutto quello che sa; nella seconda (mini)storia vediamo il supercriminale Testa di Martello che sta stringendo affari con un misterioso individuo russo chiamato "Generale"; la terza avventura è probabilmente la più importante perchè vede il ritorno in scena di Mysterio che ha intenzione raccimolare un bel gruzzolo per poi sparire in un'isola dei tropici a godersi la vita (ovviamente Spidey questo non lo può permettere). Nel quarto episodio assistiamo ad un "What if", ovvero una di quelle storie che fanno vedere cosa sarebbe successo se un dato evento non fosse mai accaduto; in questo caso scopriamo il possibile futuro e in un universo post House of M Gwen Stacy fosse tornata nella realtà con Peter. L'ultima "storia" è una raccolta di tavole umoristiche che giocano anche loro sulle ipotetiche realtà (ad esempio: e se zia May avesse ottenuto dei poteri durante House of M?). Per concludere questo corpulento volume troviamo anche la terza edizione del Front Line (posticipata dal mese scorso) che ci illustra tutte le ultime uscite e news della Casa delle Idee,
Commento: ho trovato questo numero molto appassionante anche se come sempre, a causa delle troppe storie, ci sono sia alti che bassi. La storia delle origini di Mysterio l'ho trovata interessante anche se delle sue origini tratta ben poco (da ammirare anche gli splendidi disegni di Barry Kitson); la (mini)storia dedicata a Testa di Martello è sicuramente utile per le avventure future di Spidey, ma al momento l'ho trovata abbastanza vuota nonostante il carisma di del supercriminale; l'episodio di questo mese de "la sfida" vede il ritorno in gran forma di Mysterio e devo dire che mi ha particolarmente coinvolto e mi ha fatto attendere con ansia il secondo numero (si conclude infatti in "Spider-man 545"); per quanto riguarda il "What if" dedicato ad House of M posso dire che al di fuori dei magnifici disegni di Dave Ross la sostanza è davvero poca; l'ultima "storia" (ovvero l'insieme di tavole) l'ho trovata abbastanza neutra, non fanno ridere ma qualche sorriso me lo hanno strappato. In definitiva un numero che, nella sua mediocrità, spicca per la storia principale di questo mese e che per questo motivo mi sento di consigliare a coloro che sono interessati allo sviluppo della serie portante di Spidey e non alle storie aggiuntive (leggermenti mediocri e/o scadenti in questo numero).
Voto: 7+


Titolo: Spider-man n.545
Genere: fumetto americano marvel, supereroi
Storia: Dan Slott e Mark Guggenheim
Disegni: Marcos Martin, Javier Pulido e Adriana Melo
Trama: nonostante gli episodi in questo numero di Spider-man siano quattro, le storie sono solamente due. I primi due episodi ci raccontano la fine della saga de "la sfida" dedicata a Mysterio e vedrà Quentin Beck fare di tutto per portare a compimento il proprio piano e per far impazzire Spidey; il terzo e il quarto episodio è dedicato invece al ritorno di Jackpot, la prima supereroina apparsa nella testata dell'arrampicamuri da "un nuovo giorno". Ma chi è questa nuova eroina? Ha qualcosa a che fare con la precedente Jackpot? Le risposte in questo avvincente numero di Spider-man!
Commento: ecco finalmente un numero di Spider-man fatto come si deve: poche storie, ma buone! La saga dedicata a Mysterio l'ho trovata davvero molto bella e ritengo Quentin Beck un supercriminale dall'enorme carisma (che visto il finale spero possa tornare presto!); la nuova Jackpot mi ha convinto abbastanza e, al di là dei magnifici disegni di Adriana Melo, ritengo la storia appassionante e dai numerosi risolvolti futuri! Vale davvero la pena recuperare lo scorso numero di Spidey per poter goder appieno delle storie presenti in questo volume; consigliato agli amanti del tessiragnatele e a coloro che cercano un albo Marvel che diverta unendo le storie classiche di Spider-man (ricordando un po' quelle dei vecchi tempi) ad un grafica accattivante e che cattura il lettore.
Voto: 8 1/2

Psyren 2 e Bakuman 4

Continuiamo con un'altra coppia di manga (tra i quali il numero di tre mesi fa di Bakuman!):


Titolo: Psyren n.2
Genere: manga, azione
Storia: Toshiaki Iwashiro
Disegni: Toshiaki Iwashiro
Trama: dopo essere tornato nel mondo reale Ageha e Hiryu vengono assaliti da una terribile febbre che, secondo quello che dice Amamiya, dovrebbe rappresentare il risveglio della loro forza latente. Ecco che i nostri eroi dovranno quindi sottoporsi ad un estenuante allenamento che dimostrerà alla ragazza e alla sua mentore (Matsuri Yagumo) se sono davvero capaci di sopravvivere alle avversità di Psyren!
Commento: ecco che le prime risposte alle domande, che ognuno di noi si faceva alle fine del primo volume, trovano le risposte. I personaggi cominciano lentamente a prendere forma e ad avere una particolare identità che li renderà unici in futuro staccandosi così dai classici personaggi da shonen. La trama continua ad evolversi e riesce a catturare pienamente il lettore portandolo all'interno di Psyren; per quanto riguarda i disegni c'è da dire che, nonostante lo stile abbastanza classico, riescono a risaltare soprattutto per la loro chiarezza che rendono la lettura facile a chiunque. Consigliato a coloro che cercano un manga d'azione dalle grandi possibilità che comincia a tirar fuori le unghie già dal secondo tankobon; dategli una possibilità e vedrete che non ve ne pentirete!
Voto: 8/9


Titolo: Bakuman n.4
Genere: manga, unico
Storia: Tsugumi Ohba
Disegni: Takeshi Obata
Trama: Moritaka e Akito si stanno impegnando al massimo per creare un manga di successo, ma le cose non sono semplici come pensavano! Moritaka è convinto che Akito stia trascurando il loro sogno per stare con la sua nuova ragazza, quello che non sa è che Akito ha deciso di abbandonare il genere di fumetti da combattimento per passare ad un giallo. Il destino vuole che anche Moritaka faccia questo cambio e, ognuno all'oscuro dei piani dell'altro, stanno portando avanti un fumetto diverso da quanto stabilito. Colpi di scena, tensione, amori e molto di più permetteranno al fantastico duo di arrivare primi alla "Gold Future Cup" e di pubblicare così una serie?
Commento: è incredibile come un fumetto così particolare riesca a colpirmi numero dopo numero! I personaggi guadagnano spessore episodio dopo episodio e riescono ad entrare nel cuore del lettore come pochi altri; la storia è scritta (come ci ha sempre abituato Ohba) in maniera eccezionale e ricca di dialoghi magnifici e appassionanti; per non parlare poi dei disegni che sono, a mio parere, i migliori in circolazione per un manga. Come detto nel post dedicato al terzo volume di questa serie ritengo questo manga obbligatorio per chi si ritiene un amante dei fumetti e per chi vuole veramente scoprire come funziona il mondo dei mangaka! Un manga unico nel suo genere e, anche per questo, meraviglioso!
Voto: 9 1/2

Blazer Drive 6 e Magatsuhi.com 1

Salve a tutti amici ascoltatori (o meglio: lettori)! Dopo un fine settimana da paura (incontro con disegnatori Marvel e domenica cinema) eccoci ritornati con la solita serie di post dedicati ai commenti ai fumetti. Questa sera scriverò un paio di post dedicati ad una doppia coppia di manga e un post dedicato agli ultimi due numeri di Spider-man! Andiamo quindi ad incominciare:


Titolo: Blazer Drive n.6
Genere: manga, action
Storia: Seishi Kishimoto
Disegni: Seishi Kishimoto
Trama: dopo cinque mesi di assenza ecco che ritornano i Blazer Drive di Seishi Kishimoto! In questo numero troviamo la fine del terribile scontro tra i nostri eroi e Murasaki, ovvero colei che possiede il Kirin con il potere del ghiaccio. Se questo non vi basta ecco che entrano in campo vecchi (Shirou) e nuovi (Kyuri) personaggi per sconfiggere una nuova terribile minaccia: il genio informatico possessore del mysticker Kirin Sakumei!
Commento: era da tempo che non leggevo Blazer Drive e devo dire che sono tornato volentieri nel magico mondo creato da Seishi Kishimoto! La trama si sviluppa in maniera molto interessante anche se leggermente troppo veloce (i nemici più potenti sembrano morire quasi subito); per quanto riguarda i disegni l'autore sembra migliorare di numero in numero ed è ora nel pieno della sua maturità artistica. Vale la pena di sottolineare quanto i nuovi personaggi introdotti in questo numero siano carismatici ed entrino subito nei cuori dei lettori (Kyuri su tutti!). Un manga consigliato agli amanti degli shonen classici ma che allo stesso tempo hanno qualcosa di particolare che tiene misteriosamente incollato il lettore al fumetto; da provare!
Voto: 8 1/2


Titolo: Magatsuhi.com n.1
Genere: manga, horror
Storia: Issei Mori
Disegni: Soda Inui
Trama: la storia di questo manga gira attorno ad un terribile sito internet (Magatsuhi.com) che sembra essere portatore di morte. Un giorno il giovane Mido ne entra direttamente in contatto e da allora sembra che il mondo attorno a lui stia impazzendo. Nella prima storia troviamo una sua compagna delle medie che dopo aver desiderato di dimagrire continua a farlo senza potersi fermare; nel secondo episodio vediamo Mido e il suo migliore amico Shinobu che tentano di risolvere il mistero di uno strano edificio che sembra non esistere; nella terza avventura facciamo la conoscenza di Haru, una giovane ragazza che, desiderosa di suonare in pubblico, non si rende conto di quello che accade da quando ha scritto una determinata canzone; per concludere ecco che scopriamo l'esistenza di un particolare tipo di vermi che infiltrandosi sotto le unghie degli esseri umani li porta alla pazzia.
Commento: ecco finalmente qualcosa di diverso per un genere come lo shonen! Non avevo ancora mai letto un manga privo di azione che si focalizzasse sulle classiche atmosfere horror! Ma analizziamo singolarmente le storie: la prima l'ho trovata decisamente inquietante e, se letta di sera con la giusta atmosfera, potrebbe spiazzare parecchie persone (anche per lo stile grafico in contrasto con la storia); la seconda è quasi al livello della prima, ma la trama leggermente più banale non gli fa raggiungere le stesse vette; la terza avventura non è tra le migliori, ma ha dalla sua una delle scene più belle dell'intero manga; l'ultima storia è probabilmente la meno interessante, forse perchè troppo poco horror e tendente leggermente alla fantascienza. In definitiva trovo questo fumetto un esperimento veramente riuscito e che consiglio di recuperare a tutti coloro che cercano qualcosa di diverso dal solito manga di combattimenti; vedrete che rimarrete rapiti dalle oscure storie e dai particolari (poco indicati per un genere come l'horror e forse per questo ancora più strani) disegni di Magatsuhi.com!
Voto: 9

giovedì 18 novembre 2010

Iron man: classic (GS 84)

L'unico commento della giornata è dedicato al numero di quattro settimane fa de "le Grandi Saghe" (spero di recensire i volumi successivi al più presto!). Bye!


Titolo: Iron man: classic (GS 84)
Genere: fumetto americano marvel, supereroi
Storia: Stan Lee
Disegni: Don Heck, Gene Colan e Jack Kirby
Trama: questo numero de "le Grandi Saghe" è del tutto dedicato al passato. Troveremo infatti una serie di storie di Iron man risalenti al 1965 e al 1966; storie nelle quali il nostro eroe in armatura dovrà vedersela con alcuni dei suoi più terribili nemici (quali il Cavaliere Nero e il Mandarino). Come se non bastasse Tony Stark dovrà fare i conti con un nemico più grande di qualsiasi altro: la propria identità segreta. Una serie di storie scritte dal sorridente Lee e disegnate dai massimi esperti dell'epoca (tra i quali spicca il re Kirby!) che faranno la gioia di nuovi e vecchi fan della Marvel.
Commento: persino io, che all'epoca non esistevo neanche da lontano, sono riuscito a provare un senso di nostalgia leggendo questo fumetto. Le storie sono tutte scritte come solo Stan Lee è capace di fare e, con il suo modo di rivolgersi al pubblico, riesce a coinvolgere e a dare maggior spessore alle avventure dell'eroe in armatura; i disegni sono sicuramente al top per l'epoca ma devo dire che, al di là del ondata "vintage" che mi ha colpito, non mi hanno lasciato molto. Consiglio questo fumetto a tutti non perchè sia perfetto, ma perchè chi c'era proverà sensazioni uniche/appaganti e chi non c'era è obbligato a dare una letta al fenomeno che ha cambiato la storia dei fumetti e che ha reso la Marvel quella che è oggi! Da avere!
Voto: 8/9

Mestre Comics!

Salve a tutti! Con questo post volevo invitarvi all'edizione di quest'anno (teoricamente si tratta della seconda) di "Mestre Comics"! Le giornate dedicate al fumetto saranno due: sabato 4 e domenica 5 dicembre; per tutti coloro che volessero venire per formare un gruppo consistente sappiate che noi (io e i ragazzi della Scuola Comics) saremo presenti alla "fiera" solamente nella giornata di domenica! Vi lascio ora con il manifesto dell'evento e sappiate che se avete bisogno di delucidazioni/info/supporto tecnico sono sempre reperibile via mail! Alla prossima!


martedì 16 novembre 2010

Shaman King perfect edition 1, Nabari 1 e Pretty Guardian Sailor Moon Preview Book

Ecco che continua la solita serie di commenti agli ultimi fumetti letti! Questa volta abbiamo un paio di numeri uno (Dio...devo smetterla) e il Preview Book di Sailor Moon; posso già anticiparvi, inoltre, che il prossimo post sarà dedicato ad una mostra-mercato che si svolgerà in quel di Mestre (VE)! Stay tuned!


Titolo: Shaman King perfect edition n.1
Genere: manga, action
Storia: Hiroyuki Takei
Disegni: Hiroyuki Takei
Trama: Yoh Asakura discende da un lunga stirpe di sciamani e ha la straordinaria capacità di vedere gli spettri dei defunti. Nonostante egli cerchi di vivere una vita pacifica senza alcuna complicazione, si troverà spesso in situazioni che metteranno a dura prova le sue abilità: dal sapersi rapportare con il suo nuovo amico Manta sino allo scontro con il terribile sciamano Ren. Ma non sarà solo in queste strane avventure; Yoh ha infatti ottenuto il rispetto di uno spirito di un samurai (Amidamaru) e quest'ultimo ha deciso di diventare la sua guardia del corpo!
Commento: un numero carico d'azione per Shaman King, che ritorna in una nuova edizione forte di testi e tavole rivisitate (con alcune anche a colori), un nuovo formato e "persino" il finale della storia (per chi non lo sapesse non era stato ancora fatto/pubblicato). Ho trovato la lettura di questo manga molto fluida e spensierata; la trama è sicuramente molto buona e, nella sua banalità, riesce a far presa sul lettore soprattutto grazie ai personaggi davvero carismatici. Per quanto riguarda i disegni c'è da dire che sono di ottimo livello e, nonostante siano di dodici anni fa, possono ritenersi senza alcun dubbio attuali! Consiglio questo fumetto a coloro che cercano una storia d'azione particolare e dai personaggi divertenti; non aspettatevi alcuna rivoluzione del classico genere shonen, ma semplicemente un ottimo esponente del genere.
Voto: 8 1/2


Titolo: Nabari n.1
Genere: manga, action
Storia: Yuhki Kamatani
Disegni: Yuhki Kamatani
Trama: Miharu Rokujo è uno studente delle medie che si pone verso tutto ciò che lo circonda con grande indifferenza. Questa indifferenza è destinata a finire quando scopre di essere il portatore di una sacra tecnica, la più potente sviluppata dal "Nabari No Yo" (mondo segreto degli shinobi). Per difendersi da coloro che vogliono impadronirsene egli dovrà apprendere le arti degli shinobi, e sarà proprio il suo insegnante di inglese (shinobi in incognito) ad addestrarlo. Riuscirà Rokujo ad accettare questo fatto? Chi sono le persone che lo stanno cercando? E perchè vogliono la tecnica racchiusa nel suo corpo? Le risposte in questo nuovo manga targato Jpop!
Commento: diciamo che questo fumetto è partito un po' troppo lentamente e solamente in un secondo momento sono riuscito ad entrare del tutto dentro la storia e ad apprezzarlo di più. La trama, seppur scritta in maniera leggermente caotica, riesce a fare il suo dovere (quello di attirare il lettore) grazie a scene comiche ben riuscite e al carisma particolare del protagonista (del tutto apatico). Al di là della storia, c'è da dire che ci troviamo di fronte ad un manga disegnato davvero bene: i personaggi sono tutti ben caratterizzati e, nonostante il tratto sia abbastanza classico, il manga merita di essere preso anche solamente per lo stile di disegno. Consiglio la lettura a tutti coloro che cercano uno shonen classico che, tra alti e bassi, riesca a creare un'atmosfera particolare e risulti più che gradevole da leggere nonostante sia scritto in maniera leggermente caotica; per tutti coloro che sono indecisi sull'acquisto suggerisco di dare un'occhiata ai disegni e, se vi piacciono, provate a dare una possibilità a questo fumetto; potrebbe valerne la pena.
Voto: 7 1/2


Titolo: Pretty Guardian Sailor Moon Preview Book
Genere: manga, preview
Storia: Naoko Takeuchi
Disegni: Naoko Takeuchi
Trama: in questo piccolo albo troviamo la prima trasformazione in Sailor Moon di Usagi, il suo primo scontro con un mostro e l'incontro con Tuxedo Kamen. Il tutto in pochissime pagine nelle quali possiamo anche vedere il piano dell'opera e scoprire che la serie sarà composta da dodici volumi.
Commento: diciamo che per essere un piccolo fumetto gratuito (molto probabilmente un estratto del primo volume) con lo scopo di attirare il lettore, non riesce totalmente nel suo intento. Forse avrebbero dovuto prendere una parte diversa (che magari introducesse la protagonista) in modo da non dare l'impressione al lettore di cadere in mezzo ad una storia già iniziata; per quanto riguarda i disegni diciamo che si vede che sono abbastanza vecchi, ma non compromettono particolarmente la qualità del prodotto. Consigliato a chi vuole dare un'occhiata ai disegni, non "prendetelo" (è gratuito!) se pensate di poter scoprire qualcosa della storia; per essere un'introduzione al fumetto poteva comunque essere fatta molto meglio.
Voto: 5+

domenica 14 novembre 2010

Scott Pilgrim 6

Concludiamo la serie di post dedicata a Scott Pilgrim con il commento all'ultimo volume:


Titolo: Scott Pilgrim n.6
Genere: fumetto americano, commedia
Storia: Bryan Lee O'Malley
Disegni: Bryan Lee O'Malley
Trama: ultimo appassionante episodio per Scott Pilgrim! Ramona lo ha abbandonato e ora tocca a Scott capire cosa fare, ma le distrazioni (e le ex) sono tante e contribuiscono solamente al caos che regna nella sua mente. Riuscirà il nostro eroe a capire per cosa vale la pena combattere? E riuscirà ad avere la forza necessaria per battere Gideon? Ramona lo amerà ancora? Tutte queste risposte in questo mirabolante numero di Scott Pilgrim!
Commento: lato negativo di questa serie? È finita! Spero con tutto il cuore che Bryan Lee O'Malley abbia intenzione di creare un'altra saga con protagonista il magico mondo di Scott; anche perchè non so quanto potrò resistere senza leggere ancora questa serie. Devo dire che è (la serie) entrata di diritto nella mia top tre di fumetti preferiti (insieme a "Death note" e "Watchmen") e non posso fare altro che consigliarlo a tutti! La trama di questo numero è appagante come sempre e riesce a far sbellicare dalle risate anche nelle situazioni più serie; per non parlare dei disegni che risultano sempre più particolari ed indimenticabili. Niente da fare, questo fumetto lo dovete leggere tutti! Senza dubbio un obbligo per chi dice di amare i fumetti. Correte a comprarlo. Ora.
Voto: 10

sabato 13 novembre 2010

Scott Pilgrim 5

Continuiamo con il commento al penultimo volume di Scott Pilgrim:


Titolo: Scott Pilgrim n.5
Genere: fumetto americano, commedia
Storia: Bryan Lee O'Malley
Disegni: Bryan Lee O'Malley
Trama: Scott si è ufficialmente stabilito a casa di Ramona, ma le cose non vanno bene come inizialmente si aspettava. Come se non bastassero i problemi amorosi ecco che compaiono anche due gemelli che dicono di essere i prossimi sfidanti del nostro eroe. Un numero carico di colpi di scena e di terribili scontri; riuscirà Scott Pilgrim a sopravvivere a questo buio periodo? Beh..si sa: la notte è più buia propria prima dell'alba.
Commento: continua la magnifica serie scritta, disegnata, pensata e desiderata da Bryan Lee O'Malley! Ho trovato questo numero appassionante ed esilarante come sempre nonostante si riveli l'episodio più buio proprio prima della fine. Oramai è stato appurato che i dialoghi di questa serie sono totalmente imbattibili e fanno venire la pelle d'oca a qualsiasi lettore (anche se verrà apprezzato certamente di più dai ragazzi sui venti/venticinque anni); i disegni riescono come sempre a far divertire l'utente solamente guardando le immagini e, come se non fosse abbastanza, riescono alla perfezione a farci capire i sentimenti e i pensieri dei protagonisti di questo fumetto. Ritengo che sia decisamente obbligatorio leggere Scott Pilgrim se ci si ritiente appassionati di fumetti; non vedo nessun motivo per il quale uno non dovrebbe provarci. Correte a comprarlo! Subito!
Voto: 10

Scott Pilgrim 4

In vista dell'uscita del film di Scott Pilgrim ho deciso di darmi una mossa e di terminare la lettura di questa magnifica serie! A partire da questo post troverete quindi i commenti al quarto, quinto e sesto volume di Scott Pilgrim; da non perdere! Vi lascio al commento e mi auguro di risentirvi presto! Bye!


Titolo: Scott Pilgrim n.4
Genere: fumetto americano, commedia
Storia: Bryan Lee O'Malley
Disegni: Bryan Lee O'Malley
Trama: la vita di Scott Pilgrim continua tra esaltanti scontri e innumerevoli casini domestici. In questo numero assisteremo all'arrivo di una mezza ninja che ha intenzione di eliminare una volta per tutte il nostro eroe; come se non bastasse egli è anche minacciato da un tizio che gira con una katana e sembra aver intenzione di decapitarlo! E se tutto questo non vi basta perchè non aggiungiamo anche l'insicurezza di una ragazza innamorata, l'affitto da pagare e (cosa ben più terrificante) un nuovo lavoro? Un numero da avere assolutamente!
Commento: questo è uno dei pochi fumetti che leggendo mi provoca seri brividi di piacere. Trovo i dialoghi e le scene di Scott Pilgrim irripetibili in qualsiasi altro fumetto e ritengo che si tratti di una delle cose meglio scritte degli ultimi anni (non la penso solo io così dato che ha vinto parecchi premi in questo campo ultimamente). I disegni, nella loro semplicità, sono perfetti per quell'atmosfera da old game (8 bit) che evidentemente O'Malley vuole trasmetterci. In definitiva uno dei rari fumetti che tutti devono avere; non ci si può definire appassionati di questo medium se non si ha letto l'intera saga di Scott Pilgrim. Semplicemente un capolavoro! Non perdetelo!
Voto: 10

giovedì 11 novembre 2010

Bleach 43 e Enma 2

Tadaaaan! Al di là di ogni più rosea aspettativa ora vi sto scrivendo dal mio pc! Il problema era l'alimentatore che è, semplicemente, esploso; grazie a Odino è stato prontamente sostituito e con 40 euro me la sono cavata. Concludo questa giornata di commenti con uno dedicato agli ultimi due manga che ho letto (tra i quali il nuovo numero di Bleach) e posso già anticiparvi che il prossimo sarà dedicato al quarto numero di Scott Pilgrim! Per chi non mi avesse ancora mandato le foto di Lucca voglio ricordare che ha ancora una settimana per farlo, dopodichè verrà fatto un post nel quale verranno inserite varie immagini tra le quali potrebbe esserci la vostra! Affrettatevi! Vi lascio ora al commento di Bleach e Enma. Bye!


Titolo: Bleach n.43
Genere: manga, action
Storia: Tite Kubo
Disegni: Tite Kubo
Trama: continua ancora il terribile scontro tra il Gotei 13 e i potenti espada al servizio di Aizen. In questo numero assisteremo allo battaglia decisiva contro Baraggan (del quale vedremo le origini) e allo sprigionamento della vera forza di Starrk; per battere quest'ultimo Kyoraku dovrà ricorrere al suo Bankai, e la cosa non sarà piacevole per l'espada.
Commento: Bleach procede nello stesso identico modo da più di dieci numeri ormai. Come detto nello scorso post dedicato a questa celebre saga, ormai mi sono abbastanza rassegnato e guardo questo manga come quello che realmente è: una serie continua di spettacolari battaglie tenute insieme da una trama molto flebile (e che per questo motivo non potrà mai raggiungere voti altissimi in questo blog). Gli scontri che vedrete in questo episodio sono particolarmente esaltanti e vedere in combattimento il capitano Kyoraku non ha prezzo; i disegni sono, come sempre, magnifici e rendono alla perfezione la tensione nello scontro. Consigliato a tutti coloro che cercano tanta tanta tanta azione in un fumetto, sconsigliato a coloro che ritengono la storia un elemeno importante/fondamentale in un fumetto; speriamo che in futuro possa recuperare il livello di trama che questa serie aveva agli inizi.
Voto: 7


Titolo: Enma n.2
Genere: manga, action
Storia: Kei Tsuchiya
Disegni: Saki Nonoyama
Trama: continua il terribile viaggio di Emma all'inseguimento di personaggi storici che possono causare molte morti e che, a causa del sovraffolamento di lavoro nell'aldilà, è costretta ad eliminare per semplificare il lavoro al padre Enma. In questo numero Emma incontrerà un bambino indiano, una terribile regina egiziana, un giovane ragazzo religioso e un terribile capo vichingo. Riuscirà a convincerli a non provocare altre morti o sarà costretta a portar via loro le ossa?
Commento: devo dire che trovo questo fumetto molto appassionante! La trama per ora è una serie di episodi autoconclusivi ma ci è stato promesso che dal prossimo numero le cose cambieranno. Ammetto che spero di volta in volta che qualche personaggio si salvi, purtroppo non sempre le cose vanno come si vorrebbe e alcune volte mi sono trovato con l'amaro in bocca. Per quanto riguarda i disegni nulla da dire, forse c'è solamente da sottolineare la bellezza delle tavole nelle quali la giovane Emma porta via le ossa alle persone (sempre molto spettacolari); per il resto, seppure abbastanza classici, riescono a catturare il lettore senza mai deluderlo. Consigliato agli amanti degli shonen e a coloro che cercano una serie a fumetti che riesca a coinvolgere e che, una volta concluso il fumetto, faccia desiderare al lettore di poter leggere subito il numero successivo.
Voto: 8+

Devil May Cry 3 1 e Devil May Cry 3 2

E per concludere ecco i due fumetti tratti dalla saga videoludica Devil May Cry:


Titolo: Devil May Cry 3 n.1
Genere: manga, action
Storia: Suguro Chayamachi
Disegni: Suguro Chayamachi
Trama: in Dante scorre i sangue del demone Sparda che duemila anni fa sigillo il Regno degli Inferi in modo da mettere il mondo degli Umani in salvo da qualsiasi entità demoniaca. Ora Dante è diventato un cacciatore di demoni e il suo primo vero incarico è quello di recuperare una strana bambina di nome Alice. Nel frattempo in città compare una strana persona che è in tutto e per tutto identica al nostro eroe. Chi sarà mai? E cosa si nasconde sotto questo, apparentemente semplice, incarico?
Commento: mi dispiace ma non ci siamo proprio. Diciamo che l'unica cosa passabile di questo manga sono i disegni (in particolare quelli a colori), mentre per il resto ci troviamo di fronte ad un fumetto abbastanza vuoto e scritto male. Un esempio? Il personaggio di Dante non ha quasi nulla del carisma che possiede nel videogioco e non basta fargli dire qualche frase pseudo stilosa in inglese per renderlo affascinante (anzi). Se poi ci aggiungete che la trama non ha praticamente nulla a che fare con il gioco e che la serie è stata portata in Italia nonostante sia stata sospesa in Giappone (chissà come mai eh) ed ecco che avrete una grandissima delusione. Consigliato ai fan di Dante che, come me, sperano di vederci qualcosa di buono in questo manga. Missione fallita purtroppo.
Voto: 5


Titolo: Devil May Cry 3 n.2
Genere: manga, action
Storia: Suguro Chayamachi
Disegni: Suguro Chayamachi
Trama: in questo secondo episodio scopriamo quali sono le vere intenzioni di Vergil (fratello gemello di Dante) e vediamo qualcosa in più sul passato del celebre cacciatore di demoni. Faranno la loro comparsa nella vicenda anche personaggi che avranno un ruolo fondamentale in futuro: Arkham (un essere umano che vuole diventare demone) e Mary (che diventerà la cacciatrice di demoni Lady). Assisteremo inoltre all'incontro tra i due fratelli che, dopo tanto tempo, devono affrontarsi per difendere ciò in cui credono.
Commento: non c'è molto da dire rispetto all'intervento sul primo numero di questa "serie" (tra virgolette perchè è stata interrotta in Giappone). La trama è del tutto inconsistente e il carisma dei personaggi (Dante in primis) è del tutto scomparso; si salvano i disegni che, seppur non essendo stupendi, sono riusciti a farmi finire di leggere il manga. Onestamente non saprei proprio se consigliarlo a qualcuno, ma so che c'è molta gente che come me vuole dare una possibilità a questo fumetto tratto dal gioco e per questo motivo suggerisco l'acquisto solamente ai veri fan di Devil May Cry; per tutti gli altri passate oltre e trovate qualcosa di meglio (cosa per nulla difficile).
Voto: 5

Ultimate Comics: Avengers 4 e Capitan America 5

Passiamo quindi ai fumetti americani:


Titolo: Ultimate Comics: Avengers n.4
Genere: fumetto americano marvel, supereroi
Storia: Mark Millar
Disegni: Leinil Francis Yu
Trama: nuove reclute e nuovi avversari questo mese per i vendicatori dell'Ultimate Universe! Tra i primi spicca il Punitore che, come tutti sappiamo, non è proprio un esempio da seguire; mentre per tra i secondi fa la sua comparsa nientemeno che Ghost! Scopriamo inoltre l'esistenza di un primo "Hulk", ovvero un ex professore zoppo di Banner che è diventato immensamente potente grazie al siero del supersoldato sottratto ai laboratori sedici anni prima.
Commento: per me è ormai impossibile venire deluso da questa serie (disse facendo comunque le corna). La trama continua a svilupparsi e a introdurre personaggi sempre più carismatici (il punitore vale da solo l'acquisto del fumetto) che rendono la narrazione del fumetto avvincente tavola dopo tavola. I disegni sono inoltre sempre molto particolareggiati e rendono alla perfezione l'idea di fumetto marvel moderno. Un peccato che Ghost si veda solamente nelle ultime due tavole di questo volume, ma speriamo sia più centrale prossimamente! Un numero consigliato a chi volesse addentrarsi in un mondo marvel vecchio e nuovo contemporaneamente (vecchio perchè mantiene i classici personaggi marvel ma nuovo perchè li ripropone in modo del tutto diverso) e a coloro che cercano un esperienza visiva spettacolare da classico action movie americano.
Voto: 9


Titolo: Capitan America n.5
Genere: fumetto americano marvel, supereroi
Storia: Ed Brubaker, Paul Cornell, Reginald Hudlin, Kyle Higgins e Alec Siegel
Disegni: Luke Ross, Tom Raney, John Paul Leon, Denys Cowan e Agustin Padilla
Trama: numero carico di storie per Capitan America questo mese! Nella prima troviamo il proseguo della trama dedicata alla ricerca del Cap che combattè il comunismo negli anni 50 e che si rivelò decisamente pazzo solamente in un secondo momento; la seconda storia è dedicata alla Vedova Nera e, oltre ad iniziare una nuova avventura, ci narrerà le sue origini nelle quali conobbe persino un certo Logan; la terza avventura è dedicata al "vecchio" Cap (Steve Rogers) e al suo primo incontro con la Pantera Nera degli anni 40 (all'epoca il nonno di T'Challa); nell'ultima (mini)storia vediamo Cap (sempre Steve Rogers) imprigionato in un castello nazista dopo una battaglia finita male, ce la farà a fuggire e a salvare i suoi compagni che sono intrappolati li con lui?
Commento: fortunatamente la saga "Rinato" si è conclusa e forse c'è ora la speranza che le storie di Cap riacquistino un po' di onore. Ma analizziamole singolarmente: la prima storia, sebbene fosse la più importante in termini di trama, l'ho trovata abbastanza sottotono, probabilmente a causa del nuovo Cap che non mi dice proprio nulla (da notare però che i disegni di Luke Ross sono molto dinamici e spettacolari); la prima avventura della Vedova Nera l'ho trovata davvero molto bella sia graficamente (più la storia principale che i flashback) che a livello di trama e spero che possa continuare così perchè è un personaggio che potrebbe avere notevoli sviluppi interessanti; il primo incontro tra Cap e Pantera Nera è stato molto bello da leggere anche per la presenza di Fury e di tutti i suoi Howling Commandos che riportano alla mente i fumetti delle origini della marvel; l'ultima (mini)storia è interessante ma è ancora troppo presto per dare un commento dato che si tratta solamente di un'introduzione alla vera storia (o almeno così spero). Un numero molto vario in definitiva, che spera di superare il "problema" di "Rinato" con nuove storie e avvincenti episodi del passato; consigliato a chi vuole seguire le vicende attuali di alcuni personaggi marvel (Cap e Vedova Nera per ora), ma anche a chi è particolarmente interessato al passato e vuol leggere nuove vecchie, scusate il gioco di parole, avventure.
Voto: 8+

Defense Devil 1 e Hellsing 2

Mentre il mio pc viene sottoposto a tentativi di rianimazione che nemmeno Franken Stein (quello di Soul Eater) potrebbe aver pensato ho deciso di scrivere un tris di post dedicati agli ultimi fumetti letti (se non lo faccio se ne accumulano troppi!). Partiamo quindi da un paio di manga, per poi continuare con un paio di amercani e concludere infine con la coppia di fumetti dedicati a Devil May Cry (serie interrotta in Giappone). A presto e auguratemi buona fortuna con il pc! Bye!


Titolo: Defense Devil n.1
Genere: manga, action/horror
Storia: Youn In-Wan
Disegni: Yang Kyung-Il
Trama: Kucabara è un demone cacciato dagli inferi per la sua eccessiva bontà. Per riottenere i propri poteri ha bisogno della Dark Matter e il modo che ha escogitato per ottenerne è al dir poco geniale: diventerà l'avvocato delle anime spedite ingiustamente all'inferno e, se riuscirà ad assolverle, catturerà la loro essenza malvagia (Dark Matter appunto) e la assorbirà. Ma le cose non sono sempre così semplici come si può immaginare; egli dovrà vedersela con degli spietati Shinigami che non hanno intenzione di lasciarsi sfuggire le loro vittime.
Commento: probabilmente è, insieme ad Avarat, il fumetto più bello che abbia recuperato in quel di Lucca! La trama è scritta magistralmente e riesce a catturare i lettori in un mondo molto particolare e appassionante (difficilmente ne vorrete uscire); se poi ci aggiungete un carisma del protagonista che ha pochi eguali nei fumetti e dei disegni che, ricordando quelli di Death Note, riescono da soli a mandare avanti il manga ecco che avrete uno dei titoli più belli del 2010! Un fumetto consigliato a tutti coloro che cercano un manga di spessore e che li coinvolga dalla prima all'ultima pagina; insomma, consigliato semplicemente a tutti!
Voto: 9/10


Titolo: Hellsing n.2
Genere: manga, action/horror
Storia: Kohta Hirano
Disegni: Kohta Hirano
Trama: in questo secondo volume di Hellsing troviamo che il quartier generale dell'agenzia viene assaltato da un esercito di Ghoul e da una coppia di vampiri che hanno intenzione di demolire l'organizzazione e di uccidere Alucard. Ovviamente le cose non saranno così semplici come immaginavano (anche grazie all'intervento di Walter il maggiordomo e dell'agente Seras). Scopriremo inoltre l'esistenza di un'altra organizzazione che sembra stia tramando nell'ombra: Millennium.
Commento: questa serie è iniziata bene, ma continua sempre meglio! La trama è sempre più intrigante e leggere il manga tutto d'un fiato non aiuta perchè alla fine se ne desidera ancora. Se poi considerate che il protagonista diventa sempre più interessante ogni volta che appare (e sempre più potente) e che i disegni, seppur non eccelsi, riescono a rendere alla perfezione l'atmosfera horror, ecco che non avrete alcun motivo per rinunciare all'acquisto di questa serie. Consigliato a chi cerca un fumetto adulto, blasfemo, violento ma che riesca terribilmente ad entrarti dentro e coinvolgerti dall'inizio alla fine. Da avere!
Voto: 9 1/2

martedì 9 novembre 2010

Spider-man: noir (GS 83)

Salve a tutti! Vi sto scrivendo dal pc del piano di sotto dato che il mio ha appena deciso di morire (spero non definitivamente) e domani sarà portato dal medico/meccanico/ominopc. Per ora non posso fare altro che scrivere il commento alle Grandi Saghe da questo pc, anche se spero di poter tornare alla mia postazione quanto prima. Vi lascio al commento e a risentirci al prossimo post (data non definita).


Titolo: Spider-man: noir (GS 83)
Genere: fumetto americano marvel, supereroi
Storia: David Hine, Fabrice Sapolsky e Stuart Moore
Disegni: Carmine Di Giandomenico e C. P. Smith
Trama: nonostante il titolo del numero de "le Grandi Saghe" di questo mese sia "Spider-man Noir" bisogna dire che metà albo è occupato da "Wolverine Noir". Nella storia dedicata all'amichevole Uomo Ragno di quartiere troviamo le origini del supereroe ambientate negli anni 30, il tutto condito da pochi elementi soprannaturali e scritto come se fosse un fumetto giallo; la storia dedicata a Wolverine è ambientata anch'essa negli anni 30 e lo vede nei panni di un detective (privo di poteri mutanti) alle prese con uno strano caso che coinvolge suo "fratello" e tirerà in ballo tutto il suo passato.
Commento: ho trovato questo numero delle GS molto particolare e appassionante. Ma analizziamo le due storie separatamente: nell'episodio dedicato a Spidey ho trovato la trama ben scritta nonostante qualche calo di stile in alcuni personaggi (zia May fastidiosissima e zio Ben quasi inesistente), ma sono stati soprattutto i cupi disegni di Di Giandomenico ad ammaliarmi e a condurmi senza farmi prendere fiato dall'inizio della vicenda sino alla sua conclusione; per quanto riguarda la storia di Wolverine devo dire che, al di là della trama che ho trovato interessante ma priva di collegamenti alle reali origini dell'eroe mutante, sono stati ancora una volta i disegni a catturare la mia totale attenzione. In definitiva questo numero de "le Grandi Saghe" meriterebbe di essere preso soprattutto per analizzarlo e/o gustarselo dal punto di vista grafico (non che le trame non meritino) e per questo motivo suggerisco di darci un'occhiata prima di acquistarlo; se lo troverete interessante vi consiglio di prenderlo, mentre se i disegni non vi attirano per niente forse sarebbe il caso di dedicare le proprie attenzioni (e i propri soldi) verso qualcos'altro.
Voto: 8 1/2

domenica 7 novembre 2010

I Nuovi Vendicatori: segreti svelati (GS 82)

Ed eccoci con il commento della giornata (l'unico) dedicato alle "Grandi Saghe" di quattro settimane fa (si lo so...è una vergogna). Spero possa interessarvi e a risentirci nella giornata, sempre che non sia troppo occupato a giocare a Kingdom Hearts Birth By Sleep! Bye!


Titolo: I Nuovi Vendicatori: segreti svelati (GS 82)
Genere: fumetto americano marvel, supereroi
Storia: Brian Michael Bendis
Disegni: Steve McNiven, David Finch e Frank Cho
Trama: in questo episodio de "le Grandi Saghe" troviamo le avventure dei Nuovi Vendicatori (Cap, Iron man, Spider-man, Luke Cage, Wolverine) e in particolare assistiamo all'arrivo di tre nuovi eroi nel team. Questi eroi non sono altri che: Sentry, un nuovo supereroe che possiede il potere di un milione di soli che esplodono e che non riesce a controllare; Ronin, un misterioso ninja che è stato consigliato al gruppo direttamente da Devil e Spider-woman che sembra aver misteriosamente riottenuto i suoi poteri.
Commento: come sempre non rimango deluso da "le Grandi Saghe" che, nonostante si tratti di storie relativamente recenti, sono riusciti a raccogliere tutte quelle che non avevo letto! In questo volume troviamo la trama scritta da Brian Michael Bendi, il che ci garantisce dialoghi sempre ai massimi livelli e colpi di scena ottimamente orchestrati; per quanto riguarda i disegnatori ci troviamo di fronte ad un ottimo tris di artisti (McNiven, Finch e Cho) che riescono a trasmettere la potenza di questi Nuovi Vendicatori ad ogni tavola. Consigliato a coloro che vogliono inserirsi in questo momento nell'Universo Marvel e che vogliono avere chiarezza su alcuni nuovi personaggi che qui vedete introdotti e dei quali potete leggerne le origini(Sentry sarà fondamentale per le storie future).
Voto: 9

sabato 6 novembre 2010

Romeo x Juliet 1 e Romeo x Juliet 2

E concludiamo questa giornata di commenti con un post dedicato all'avventura in due tankobon di Romeo e Giulietta!


Titolo: Romeo x Juliet n.1
Genere: manga, action/drama
Storia: William Shakespeare e Hitomi Amamiya
Disegni: COM
Trama: nell'ultimo periodo si aggira per Neo Verona un eroe vestito di rosso che si batte nel nome dei cittadini contro l'oppressione del granduca della casata dei Montecchi. Ma chi è colui che si fa chiamare "Turbine Rosso"? Come reagirà il granduca nei confronti di questo ribelle? E che cos'è la "caccia alla figlia" che tanto viene nominata in città? Faremo inoltre la conoscenza di Romeo, figlio del potente Montecchi ma dagli ideali totalmente diversi, che sembra essersi perdutamente invaghito di una giovane ragazza di nome Giulietta.
Commento: ho trovato questa rivisitazione della celebre opera di Shakespeare molto particolare anche se le differenze rispetto all'originale sono decisamente tante. I protagonisti hanno il classico carisma da personaggi di shojo manga e non brillano certo innovazione, nonostante questo la trama riesce a far soprassedere a tali "lacune" e a spingere comunque il lettore a continuare la lettura. I disegni li ho trovati particolarmente ispirati e devo dire che qualche somiglianza con le opere delle CLAMP l'ho notata (in particolare il design di un paio di personaggi), ma nulla che faccia gridare al plagio. Consiglio questo manga a coloro che cercano un'avventura romantica ambientata in un universo che potrebbe ricordare l'opera di William Shakespeare, ma non aspettatevi minimamente una trasposizione fedele da libro a manga.
Voto: 8+


Titolo: Romeo x Juliet n.2
Genere: manga, action/drama
Storia: William Shakespeare e Hitomi Amamiya
Disegni: COM
Trama: in questo secondo (e ultimo) volume l'amore tra Romeo e Giulietta si fa sempre più grande e i due sono costretti a fuggire dalla città per cercare di vivere una vita tutta loro. Solamente quando sentono di avere sulle spalle la responsabilità di tutto il popolo decidono di fare ritorno a Neo Verona per ristabilire l'equilibrio, nonostante negli ultimi tempi Giulietta sembra non stia troppo bene. Chi è la misteriosa Ofelia che vede nei suoi "sogni"? E chi o che cos'è Escalus? Le risposte in questo capitolo finale di Romeo x Juliet!
Commento: devo dire che la storia si stava sviluppando, a mio parere, in modo davvero particolare e mi aveva quasi del tutto conquistato; questo sino al finale. Sono rimasto particolarmente stupito di questa svolta fantasy che ritengo del tutto inopportuna; insomma, stiamo leggende Romeo e Giulietta, non Tsubasa delle CLAMP! Nulla da dire riguardo i disegni che sono sempre molto precisi e curati nonostante non brillino certo per innovazione. Un fumetto consigliato a chi cerca comunque una storia d'amore con qualche elemento d'azione ma che, questa volta posso dirlo con certezza, non ha più nulla a che fare con l'opera di Shakespeare. Un peccato per il finale che a mio parere poteva essere gestito molto meglio senza quel tentativo di cambiare genere improvvisamente.
Voto: 7+