sabato 25 dicembre 2010

Buon Natale a tutti!


Salve a tutti! Con questo post volevo augurare a tutti un Buon Natale e ormai che c'ero volevo chiedervi: cosa avete ricevuto oggi? Rispondete nel commento a questo post! Comincio io: al di là dei soldi che servono comunque (e sapete anche voi quanto!) oggi ho ricevuto una splendida maglietta di Capitan America (la mia donna *.*), il blu ray di "Donnie Darko" (sorella 1), copriletto e copricuscini di Iron man (sorella 2), una felpa dark/metal (O.o) e una tracolla nera degli "All Blacks" (genitori)! Se anche voi siete stati così fortunati fatemelo sapere :D. Augurandovi nuovamente un Buon Natale vi saluto e a risentirci a presto (domani probabilmente). Bye!

Variant cover per Spider-man e Capitan America!

Vi comunico tramite questo post che è possibile recuperare nelle fumetterie delle edizioni Variant di Spider-man e Cap dedicate all'imminente "Tron Legacy" e, mentre la prima è abbastanza facile da reperire, la seconda è particolarmente rara e contiene alcune tavole dove altri personaggi Marvel sono stati "tronizzati". Ecco quindi le copertine delle due Variant:


Dampyr Special 6

Tocca ora allo speciale dedicato a Dampyr uscito lo scorso mese (finalmente sono riuscito a leggerlo!):


Titolo: Dampyr Special n.6
Genere: fumetto italiano, horror/azione
Storia: Mauro Boselli
Disegni: Giovanni Freghieri
Trama: in questo sesto speciale dedicato a Dampyr troviamo il personaggio di Lady Lamb, ovvero la ragazza che si era perdutamente innamorata di George Byron sino a diventarne ossessionata, intenta a cercare di riottenere le grazie del poeta anche a costo di scendere a patti con oscuri personaggi. Una storia del passato di Dampyr che ci rivelerà nuove informazioni riguardo all'eterna lotta tra Draka e Lord Marsden in un susseguirsi di colpi di scena e intrighi amorosi.
Commento: ho trovato questo sesto speciale di Dampyr davvero ben scritto (come lo sono sempre gli speciali di questo personaggio Bonelli) e ottimamente disegnato. La trama non è per nulla banale e, nonostante una certa lentezza nel procedere con la narrazione, riesce comunque a tenere alti i ritmi spezzettando passato e presente con abili stratagemmi (l'idea del libro di Harlan è interessante, seppur già usata in altre occasioni). I disegni sono davvero molto belli e mettono alla dura prova il disegnatore di Dylan Dog! Consiglio questo numero particolarmente a coloro che seguono la serie Bonelli da tempo dato che vi sono alcune cose che un nuovo lettore non potrebbe capire; se vi fossero persone intenzionate ad iniziare a leggere Dampyr suggerisco di recuperare i primi numeri in modo da entrare appieno in quella che è, a parer mio, uno tra i più bei fumetti italiani. Non ve ne pentirete!
Voto: 8/9

I Vendicatori: zona rossa (GS 90)

Continuiamo con un altro numero de "le Grandi Saghe"(il prossimo tarderà ad arrivare dato che mi è stato consegnato danneggiato):


Titolo: i Vendicatori: zona rossa (GS 90)
Genere: fumetto americano marvel, supereroi
Storia: Geoff Johns
Disegni: Ivan Reis e Oliver Coipel
Trama: una nuova e pericolosissima missione per i Vendicatori guidati da Cap e Iron man! In questo numero assisteremo alla misteriosa fuga di un'arma batteriologica che sterminerà migliaia di persone. Riuscirà il gruppo di supereroi più potente della storia a limitare i danni di questa terribile tragedia e a scoprire chi si nasconde dietro questo attacco terroristico? Le risposte in questo volume de "le Grandi Saghe" scritto dallo sceneggiatore di "Smallville" e disegnato da Oliver Coipel (House of M)!
Commento: nonostante si tratti sicuramente di un numero interessante devo dire che questa avventura dei vendicatori non mi ha particolarmente colpito. La trama è sicuramente ben scritta e qualche colpo di scena c'è, ma (secondo me) il "problema" è che non rimane impresso nulla di particolare nella mente del lettore; diciamo che ci troviamo di fronte ad una storia come tante altre, senza alti ne bassi. Per quanto riguarda i disegni nulla da dire dato che sia Coipel che Reis (che disegna l'introduzione alla storia) sono autori di altissimo livello che si trovano evidentemente a loro agio nel lavorare ad una storia dei Vendicatori. Consiglio questo numero de "le Grandi Saghe" a coloro che cercano un'avventura interessante e che faccia passare un'ora in compagnia dei supereroi più potenti della Terra; se cercate qualcosa di più particolare e meno "banale" vi consiglio però di recuperare il numero precedente (Sub-mariner: abissi) che saprà certamente regalarvi qualche emozione in più!
Voto: 7 1/2

Sub-mariner: abissi (GS 89)

Ed eccoci qui, durante la giornata di Natale, a scrivere qualche post sugli ultimi fumetti letti (che si stanno accumulando :D). Vi lascio per ora con un paio di commenti, ma vi garantisco che in serata arriverà un post dedicato agli auguri di Natale (per ora vi accontenterete di "auguri!!"). A presto/dopo! Bye!


Titolo: Sub-mariner: abissi (GS 89)
Genere: fumetto americano marvel, supereroi
Storia: Peter Milligan e Ed Brubaker
Disegni: Esad Ribic, Steve Epting, Butch Guice e Luke Ross
Trama: in questo numero de "le Grandi Saghe" troveremo un paio di storie dedicate a Namor, il Sub-mariner! La prima storia non riguarda il re di Atlandide in prima persona, ma assistiamo alla discesa negli abissi dell'Oceano da parte di uno scienziato che è intenzionato a scoprire la verità su questo misterioso personaggio; nella seconda avventura troviamo Namor e Cap (Bucky) alle prese con un vecchio nemico che ha tutta l'intenzione di sfruttare i poteri della prima Torcia Umana con scopi del tutto malvagi.
Commento: questo volume de "le Grandi Saghe" andrebbe distintamente diviso in due commenti. La prima storia è, infatti, assolutamente magnifica e riesce a catturare il lettore sia attraverso disegni meravigliosi, sia attraverso dialoghi intelligenti capaci di rapire chiunque abbia il coraggio di leggerli; discorso diverso per la seconda avventura che, pur rimanendo decente, non raggiunge minimamente i livelli della precedente (si tratta per lo più di una storia dove Namor ha un'importanza marginale). Consiglio questo numero a tutti coloro che cercano una storia avvincente e unica nel genere supereroistico (vale assolutamente il prezzo del volume da sola), per tutti coloro che volessero avvicinarsi solo ora al personaggio del Sub-mariner non c'è, infatti, storia migliore di quella raccolta in questo volume.
Voto: 9+

domenica 19 dicembre 2010

Defense Devil 2 e Pretty Guardian Sailor Moon deluxe edition 1

Concludiamo la giornata di post con un paio di commenti ad un paio di manga:


Titolo: Defense Devil n.2
Genere: manga, action/horror
Storia: Youn In-Wan
Disegni: Yang Kyung-Il
Trama: continuano le avventure come avvocato dei defunti di Kucabara! In questo numero termina l'episodio legato al ragazzo che ammette di aver realmente compiuto un omicidio dopo aver firmato il contratto con Kucabara; ora, se il nostro eroe non dimostrerà la sua innocenza, non sarà solamente l'anima del defunto a subire le pene dell'Inferno ma anche quella dell'avvocato. Comincia inoltre la saga legata al personaggio di Idamaria, una suora esorcista che ha riportato nel mondo dei vivi il nostro amico demone e che ha tutte le intenzioni di eliminarlo.
Commento: Defense Devil si conferma uno dei migliori manga che abbia letto ultimamente! La trama è scritta davvero in modo magistrale e riesce, senza dubbio, a far presa su qualsiasi lettore anche grazie a dialoghi intelligenti e molto umorismo. Vanno inoltre apprezzati particolarmente i disegni che, a mio parere, sono tra i più belli che abbia visto da un anno a questa parte (ovviamente in ambito manga). Non posso non consigliare questo fumetto a tutti, che siate maschi o femmine, amanti delle storie d'amore o non, fanatici degli shonen o meno, appassionati di manga o disinteressati al genere; Defense Devil è una delle sorprese di quest'anno che non dovete assolutamente farvi scappare!
Voto: 9 1/2


Titolo: Pretty Guardian Sailor Moon deluxe edition n.1
Genere: manga, shojo
Storia: Naoko Takeuchi
Disegni: Naoko Takeuchi
Trama: in questo primo numero di Pretty Guardian Sailor Moon troviamo la protagonista della storia (Usagi Tsukino) alle prese con i primi avversari e i primi nuovi incontri. Dopo aver scoperto di possedere dei magici poteri toccherà a Usagi, insieme alle sue amiche guerriere, trovare e difendere il cristallo d'argento illusorio e la principessa della Luna dalle terribili forze del male. Ma riusciranno le ragazze a compiere questa pericolosa missione? E chi è il misterioso personaggio che si fa chiamare Tuxedo Kamen e che sembra intervenire sempre e solo nel momento del bisogno?
Commento: leggendo questo manga mi è sembrato davvero di tornare bambino. La trama di Sailor Moon è sempre stata interessante ma per chi, come me, non aveva mai letto il manga è stata una vera sorpresa sapere che nel primo volume Usagi incontra quasi tutte le ragazze guerriere che andranno poi ad unirsi a lei. I dialoghi sono molto divertenti anche se non capisco il bisogno di mettere un font diverso per alcune parti urlate (font davvero fastidioso). I disegni sono classici da genere Shojo e portano alla memoria i manga e gli anime degli anni novanta (davvero una bella sensazione). Consiglio questo manga a qualsiasi ragazza che sappia leggere al mondo (perchè non si può crescere senza aver letto Sailor Moon), ma anche a tutti coloro che fossero interessati a recuperare un'opera che ha fatto la storia del fumetto e che ha creato un simbolo generazionale; provatelo e vedrete che non ve ne pentirete!
Voto: 8 1/2

Gea 11 e Lilith 5

Tocca ora ad un paio di fumetti scritti e disegnati dal bravissimo Luca Enoch (tra i quali spicca un "Gea 11" davvero difficile da trovare!):


Titolo: Gea n.11
Genere: fumetto italiano, fantasy/fantascienza
Storia: Luca Enoch
Disegni: Luca Enoch
Trama: in questo numero Gea dovrà affrontare, con l'aiuto di nuovi e vecchi compagni, un baluardo che sembra essere impazzito e che attualmente convive con alcuni demoni; per questo ora l'organizzazione lo ha definito un "rinnegato". Ma sarà davvero un mostro come viene descritto, oppure forse c'è qualcosa di più sotto questa storia? Grandi avventure, tanta azione e molto umorismo in questo "nuovo" numero di Gea!
Commento: era da molto tempo che non leggevo un episodio di Gea e devo dire che mi mancava abbastanza come personaggio. La trama è scritta molto bene e i magnifici dialoghi riescono a conquistare il lettore dopo poche pagine di lettura; per non parlare dei disegni che con uno stile che ricorda lontanamente i manga riescono a divertire e a rappresentare le scene d'azione intensa con una pulizia molto rara da trovare. Un numero che racchiude un po' tutti gli elementi che rendono questa serie unica e che per questo motivo mi sento di consigliare a tutti coloro che volessero avvicinarsi a questa magnifica serie (se riuscite a trovare gli arretrati tanto di cappello dato che sono esauriti e non rintracciabili da nessuna parte).
Voto: 9


Titolo: Lilith n.5
Genere: fumetto italiano, fantasy/fantascienza
Storia: Luca Enoch
Disegni: Luca Enoch
Trama: in questo numero troveremo Lilith alla ricerca del portatore dello spiromorfo nella Groenlandia del XI secolo. Molti enigmi verranno inoltre risolti, tra i quali spicca il mistero delle presenze estranee all'epoca storica nella quale Lilith sta viaggiando (rivelazione che lascerà aperte molte porte). Come se non bastasse scopriremo qualcosa di più sul futuro della Terra e sul motivo della presenza di questo parassita alieno chiamato Triacanto.
Commento: con un po' di nostalgia scrivo queste righe dato che il primo commento di questo blog è stato proprio sullo scorso numero di Lilith. La trama di questo episodio si sviluppa in modo, a mio parere, abbastanza lento, ma che riesce comunque a far presa sul lettore grazie a dialoghi sempre brillanti (Luca Enoch è particolarmente bravo in questo) e a scene particolarmente ispirate. Nulla da dire sui disegni che sono sempre magnifici anche se ho notato essere meno derivanti dal genere manga (com'era in Gea) e tendenti di più al classico fumetto bonelliano. Sperando che la prossima opera punti a vette un po' più alte (magari con qualche bel colpo di scena) posso consigliare la letture di questo numero a tutti gli amanti del fumetto italiano che cercano qualcosa di molto bello da vedere contornato da una storia sicuramente interessante.
Voto: 8+

X-men: classic (GS 88)

Passiamo ora al numero di tre settimane fa de "le Grandi Saghe":


Titolo: X-men: classic (GS 88)
Genere: fumetto americano marvel, supereroi
Storia: Chris Claremont
Disegni: Dave Cockrum e John Byrne
Trama: in questo numero de "le Grandi Saghe" troviamo le storie degli anni settanta che hanno reso grandi gli X-men. Troviamo, infatti, nuovi personaggi (erano appena entrati nel gruppo Tempesta, Wolverine, Nightcrawler, Banshee e Colosso) alle prese con vecchi e nuovi avversari (quali Magneto e il Fenomeno), ma anche con problemi all'interno del gruppo dato che i protagonisti di questo numero ancora non si conoscono bene. Come piccola perla troviamo in questo volume anche la prima comparsa di Fenice, personaggio che darà vita ad una delle saghe degli uomini X più spettacolari!
Commento: ho trovato le storie raccolte in questo volume molto avvincenti e disegnate, a mio parere, davvero molto bene! La trama che tiene insieme tutte le storie è ben costruita e i dialoghi dei personaggi, nonostante presentino ancora qualche elemento palesemente irreale, riescono a dare un'ottima impressione catturando il lettore all'interno della vicenda. I disegni sono particolarmente curati e dimostrano senza lasciare dubbi tutta la capacità degli autori dell'epoca (c'è inoltre da notare il particolare uso dei colori fatto nei fumetti anni settanta che rendono tutto più appariscente). Consiglio questo numero de "le Grandi Saghe" a coloro che provano un senso di nostalgia nei confronti dei "vecchi" fumetti, ma anche a coloro che, abituati ai disegni e alle trame moderne, hanno perso queste magnifiche opere che contribuirono a far crescere una generazione di ragazzi. Da non perdere!
Voto: 8/9

Ultimate Comics: Spider-man 5 e Spider-man 547

Passiamo ora ad un paio di fumetti dedicati a Spider-man:


Titolo: Ultimate Comics: Spider-man n.5
Genere: fumetto americano marvel, supereroi
Storia: Brian Michael Bendis
Disegni: David Lafuente
Trama: continua la vita piena di sorprese di Peter Parker! Ora, come se non bastasse convivere con altri supereroi e la sua nuova ragazza, dovrà vedersela con i problemi amorosi di Johnny Storm (la Torcia Umana) che sembra essersi perdutamente innamorato del clone donna (Spider-woman) di Spidey. Tutto questo mentre un'ondata di odio verso i mutanti colpisce la città e in particolare Kitty Pryde che si vede costretta a fuggire insieme a Kong (dopo che quest'ultimo le ha rivelato il proprio amore).
Commento: devo dire che la trama di Ultimate Spider-man ha preso ultimamente una piega troppo da soap supereroistica. Non che l'idea di fondo non sia interessante (anzi), ma una trama priva di scontri con particolari nemici, incentrata sulle emozioni dei personaggi e disegnata con lo stile, a mio parere, un po' troppo poco adulto rendono questa nuova serie di Spidey abbastanza sottotono. Nulla da dire sui dialoghi che, come da sempre ci ha abituato Bendis, sono ai massimi livelli! Sperando che i prossimi numeri possano migliorare dal punto di vista della grafica (quanto vorrei un nuovo disegnatore) e introducano qualche nuovo particolare avversario non posso fare altro che consigliare questo fumetto agli amanti delle storie emotive e a coloro che seguono tutti gli eventi del mondo Ultimate; per tutti gli altri suggerisco di recuperare i numeri della scorsa saga di Spidey dove potrete assistere ai magnifici disegni di Mark Bagley.
Voto: 7+


Titolo: Spider-man 547
Genere: fumetto americano marvel, supereroi
Storia: Fred Van Lente, Mark Waid, Tom Peyer e Marc Guggenheim
Disegni: Francis Portela, Paul Azaceta, Javier Rodriguez, Todd Nauck e Adriana Melo
Trama: in questo numero Spider-man dovrà vedersela con l'Avvoltoio, ma non solo. Analizziamo le varie storie: nella prima storia (come è solito nella saga "la sfida") vedremo che fine ha fatto il vecchio Avvoltoio; nella seconda e terza avventura (la principale di questo mese) assisteremo al terribile scontro tra Spidey e il nuovo Avvoltoio (con relative origini); nel terzo miniepisodio troveremo un Peter Parker in cerca di un nuovo lavoro dopo essere stato brutalmente licenziato dal sindaco di New York J.J.J; per concludere abbiamo un altro episodio della neonata eroina Marvel chiamata Jackpot che, dopo l'assassinio del marito, cerca vendetta nei confronti del nuovo boss mafioso che si fa chiamare "la Rosa".
Commento: questo numero di Spider-man mi ha piacevolmente colpito! La prima storia (quella del vecchio Avvoltoio) mi ha fatto desiderare di rivederlo in azione, speriamo che ciò accada presto; l'avventura principale di questo numero è particolarmente ben scritta (non male il nuovo nemico e neppure la nuova condizione di Peter) anche se i disegni sono i meno belli (a mio parere) del numero; il miniepisodio è divertente e strappa qualche sorriso al lettore nonostante la sua scarsa lunghezza; la storia dedicata a Jackpot l'ho trovata interessante e lascia al lettore la voglia di vedere come si concluderà la vicenda (cosa che accadrà nel prossimo numero!). Un'ottima serie di episodi per Spider-man questo mese, il che me lo fa consigliare agli amanti del tessiragnatele, ma anche a coloro che volessero avvicinarsi ora a Spidey e che troverebbero storie interessanti e innovative disegnate da abilissimi autori (io apprezzo particolarmente Todd Nauck).
Voto: 8/9

martedì 14 dicembre 2010

Tsubasa CARACTere GuiDE 2

Ed ecco che mi ritrovo con una notevole quantità di fumetti da commentare dato che è passato qualche giorno dal mio ultimo post! Ora comincio con questo seconda guida ai personaggi di Tsubasa, ma sappiate che al più presto (se Odino vuole, domani) avrete anche il resto dei commenti! Per ora vi saluto e inizio subito a recuperare; a presto!


Titolo: Tsubasa CARACTere GuiDE n.2
Genere: manga, guida al fumetto
Storia: CLAMP
Disegni: CLAMP
Trama: in questo secondo volume di "guida ai personaggi" troviamo tutte le informazioni su mondi e persone incontrati dai protagonisti di Tsubasa sino al volume 14. Troverete quindi: un riassunto degli eventi della storia; una scheda per ogni personaggio incontrato (compresi i protagonisti); una completa guida dei vari mondi attraversati; delle schede per comprendere appieno la forza di Shaoran e amici; un incontro/intervista con Takao Yaguchi (Sanpei); una ministoria in esclusiva su questo volume; la moda nei personaggi in Tsubasa; molti sondaggi e tanto materiale tra storyboard e disegni preparatori. Insomma, un vero fan della serie non può perdersi questo completo numero dedicato a Tsubasa!
Commento: ci troviamo di fronte alla più bella guida ai personaggi che abbia mai letto. Sia chiaro che sono sempre dell'idea che non siano particolarmente utili, ma devo dire che la cura con il quale è stato confezionato questo volume mi ha particolarmente stupito. Gli argomenti sono tutti (bene o male) interessanti e riescono a catturare il lettore con abilità grazie all'intervento dei personaggi del manga che interagiscono con il lettore tra le sezioni del volume. Particolarmente interessante, inoltre, la galleria di disegni preparatori che, per chi come me è appassionato del disegno, si rivelerà una delle parti più belle di questa "guida ai personaggi". Consigliato a chi è amante della serie e vuole comprenderne a fondo i segreti (non scoprirete nulla di nuovo ma approfondirete parecchio); per chi non fosse pratico dell'opera trattata suggerisco di evitare questo volume e di recuperare i primi numeri della serie per capire se potete farvi catturare anche voi dal fascino di Tsubasa!
Voto: 8

domenica 12 dicembre 2010

Elemental Gerad 17 e Keroro 18

Mentre la famigerata "pila" torna ad aumentare [a causa di una lettura che mi porterà via abbastanza tempo (il secondo CARACTere guiDE di Tsubasa)] posto il commento degli ultimi due fumetti letti da me. Per ora vi saluto e a risentirci presto (spero) con altri commenti/news! Bye!


Titolo: Elemental Gerad n.17
Genere: manga, action
Storia: Mayumi Azuma
Disegni: Mayumi Azuma
Trama: dopo mesi ecco che continuano le avventure di Cou e Ren nel magico mondo di Elemental Gerad! In questo numero si accende sempre di più la terribile battaglia tra i due protagonisti e la ex migliore amica di Ren (Cia) che ora si è tramutata in un terribile mostro. Assisteremo, inoltre, all'ultima battaglia di Grayarts che, dopo che gli hanno amputato le braccia e lo hanno privato della sua fedele Adil Raid, non desidera altro che vendicarsi di Cou e dei suoi amici. Grandi scontri e mille emozioni nel penultimo numero della serie, per la conclusione dovrete aspettare invece marzo!
Commento: devo dire che, nonostante la trama leggermente scontata (solo leggermente comunque), questo numero di Elemental Gerad mi ha preso come da tempo la serie non faceva. La trama è scritta molto bene, puntando soprattutto sull'emotività del lettore e, almeno nel mio caso, devo dire che ha funzionato abbastanza! I personaggi si dimostrano capaci di provare sentimenti e, a differenza di altre opere, si riesce a capire cosa stanno provando dialogo dopo dialogo. I disegni sono molto curati e riusciranno più di una volta a stupirvi con splendidi volti ed espressioni! Consigliato a tutti coloro che cercano una storia profonda con personaggi "reali" (nel senso che si divertono e soffrono come noi) e disegni accattivanti; per coloro che non avessero mai iniziato a leggere questa serie suggerisco di recuperare i primi tre numeri in modo da farvi un'idea di quello che vi aspetterebbe!
Voto: 8/9


Titolo: Keroro n.18
Genere: manga, action/comedy
Storia: Mine Yoshizaki
Disegni: Mine Yoshizaki
Trama: continuano le avventure del sergente Keroro e del suo strampalato plotone! In questo numero assisteremo a: il primo incontro tra Tamama e Momoka; al tentativo di conquista della terra tramite il "potere" delle zanzare; agli addestramenti militari marini di Giroro; all'invenzione di particolari colori per dipingere; al viaggio di Fuyuki sulla Luna; alla parodia di Alien; ad una gita speciale a Kyoto e alla prima avventura di Keroro, in partenza dal suo pianeta per dirigersi sulla Terra. Non potete mancare!
Commento: Keroro, nonostante non mi faccia proprio sbellicare, riesce sempre a divertirmi e a farmi passare 45 minuti di relax! Le varie storie di questo volume sono tutte abbastanza divertenti, ma analizziamole singolarmente: quella riguardante il passato di Tamama è utile ai fini della trama e finalmente scopriamo come si sono conosciuti i due personaggi dalla doppia personalità; la storia delle zanzare è demenziale al punto giusto e riesce a strappare più di un sorriso; l'avventura marina è forse quella meno interessante, anche se riesce comunque a divertire; l'episodio dei colori alieni è divertente e ha una tavola che vale da sola il fumetto; la storia ambientata sulla Luna strappa qualche sorriso ma si risolve nel giro di poche pagine; la parodia di Alien è senza dubbio la perla di questo volume (davvero stupenda); l'episodio di Kyoto è interessante e riesce anche a catturare con una storia più puntata all'azione che alla demenzialità; la prima avventura di Keroro è simpatica e si capisce perchè tutti ripongano grandi speranze nel sergente. I disegni sono sempre appropriati e, nella loro semplicità, valgono l'acquisto del fumetto soprattutto per alcune espressioni facciali dei ranocchi alieni! Consigliato agli amanti delle storie demenziali e a coloro che cercano qualcosa di strano nel panorama dei manga di questo periodo; vi garantisco che come Keroro non troverete nulla!
Voto: 8 1/2

venerdì 10 dicembre 2010

Tales of Symphonia 5 e My Otome 5

Passiamo quindi ad un paio di manga:


Titolo: Tales of Symphonia n.5
Genere: manga, action/fantasy
Storia: Hitoshi Ichimura
Disegni: Hitoshi Ichimura
Trama: in questo numero assistiamo alla battaglia finale tra Lloyd e compagni contro il malgavio Mithos che è intenzionato a distruggere il mondo che non è stato capace di accettare lui e sua sorella a causa della loro condizione di mezz'elfi. Come se non bastasse a Lloyd toccherà affrontare anche suo padre (Kratos) per sbloccare il sigillo che si è autoimposto il genitore e poter quindi usare la sacra spada che gli permetterà di unire i due mondi. Ultimo capitolo (ma non ultimo volume) della celebre saga tratta del videogames per playstation 2!
Commento: lo scorso numero mi aveva fatto ben sperare per un finale con i botti; il risultato purtroppo non è dei migliori. La trama è frammentaria e talvolta davvero incomprensibile (alcuni dialoghi sfiorano l'assurdo); i personaggi perdono quel carisma che li ha caratterizzati negli scorsi numeri e si riducono ad essere delle pallide imitazioni di ciò che erano. I disegni, nella loro semplicità, svolgono comunque il loro lavoro anche se non basta a risollevare una serie che si può al massimo definire mediocre. Consigliato a coloro che sono stati veri appassionati del videogame dal quale è tratto, mentre per tutti gli altri suggerisco di spendere i propri soldi in qualcosa di meglio (non farete fatica a trovarlo).
Voto: 5


Titolo: My Otome n.5
Genere: manga, action
Storia: Hajime Yatate, Tatsuto Higuchi e Hiroyuki Yoshino
Disegni: Ken-etsu Sato
Trama: in questo ultimo numero assisteremo al terribile scontro tra le Otome e le Hime (protagoniste della scorsa serie) e scopriremo finalmente il terribile piano che sin dall'inizio aveva in mente Sergay. Come se non bastasse avremo nuove rivelazioni sul passato del protagonista e sul ruolo che era destinato a compiere all'interno di questa guerra. Terribili scontri e stupende ragazze nell'ultimo tankobon della versione manga (perchè tratto da un anime) di My Otome!
Commento: ottimo numero conclusivo per My Otome, il quale fa ben sperare per una futura saga che approfondisca il futuro dei protagonisti ai quali cominciavamo ad affezionarci. La trama si sviluppa in modo abbastanza lineare (anche se regala comunque qualche colpo di scena) e i personaggi riescono ad emergere maggiormente guadagnando carisma e stima da parte del lettore. I disegni sono, come sempre, molto belli e, ad esclusione di qualche tavola caotica, sono persino migliorati nelle sezioni d'azione. Consiglio questo fumetto agli amanti degli shonen con belle ragazze, ma in particolar modo a coloro che hanno seguito la prima saga (My Hime) che, in questo modo, apprezzeranno maggiormente le varie comparse in questo numero!
Voto: 8

Cassidy 7 e Dylan Dog 291

Ormai mancano solamente una decina di fumetti alla conclusione della famigerata "pila". Continuiamo quindi oggi con due post, uno dedicato ad un paio di fumetti italiani e l'altro dedicato ad un paio di manga. Per ora vi saluto, a presto! Bye!


Titolo: Cassidy n.7
Genere: fumetto italiano, poliziesco/azione
Storia: Pasquale Ruju
Disegni: Elisabetta Barletta
Trama: dopo aver reincontrato suo figlio Danny, Cassidy deve ora riunirsi ai suoi due compagni (Juan e "Ace") e proseguire nella ricerca di coloro che hanno tentato di ammazzarlo. Ma le cose non vanno come previsto e ora il nostro eroe si trova costretto a scendere a patti con un grande boss della mafia (un certo "Uncle Bob") per salvare la vita di un suo compagno, caduto nelle mani di pericolosi criminali che hanno un conto in sospeso nei confronti di Cassidy.
Commento: ancora una volta Cassidy è riuscito a non deludermi! La trama, che ultimamente tende ad essere leggermente più frammentaria, devia ancora una volta dal tragitto principale facendoci vivere un'avventura secondaria di tutto rispetto. I disegni riescono inoltre a rendere alla perfezione l'atmosfera da poliziesco anni settanta alla quale ci ha abituato questo fumetto. In attesa della prossima parte che, probabilmente, chiuederà questa parte dell'avventura di Cassidy non posso fare altro che consigliare questo fumetto a tutti gli amanti del genere poliziesco e a coloro che cercano un fumetto d'azione con personaggi carismatici (soprattutto il protagonista) e con continui colpi di scena che ribaltino la situazione più e più volte anche all'interno dello stesso numero.
Voto: 8 1/2


Titolo: Dylan Dog n.291
Genere: fumetto italiano, thriller/horror
Storia: Giovanni Di Gregorio
Disegni: Fabio Celoni
Trama: qual'è il segreto di Randolph Rush? Perchè i suoi spettacoli di magia riescono alla perfezione e sembra che non ci sia alcun inganno? Queste sono solo alcune delle domande che si pone Edgar Norwood, il più celebre mago d'Inghilterra, e che, per questo, si rivolgerà al nostro indagatore dell'incubo. Ma si tratta di vera magia o solamente di invidia nei confronti dell'avversario? Per Dylan Dog potrebbe essere davvero rischioso mettersi in mezzo a questa rivalità tra i due maghi; soprattutto se c'è anche di mezzo una misteriosa ragazza.
Commento: inutile dire che questo fumetto di Dylan Dog si basa (alla lontana) sul film del 2006 "The Prestige" (di Christopher Nolan), anche se di questo film riuscirete a riconoscere ben poco nella storia di questo mese. La trama è ben scritta e presenta più di una volta dialoghi brillanti, freschi ed intelligenti; c'è da dire, però, che nel finale la storia perde quel fascino guadagnato nelle prime settanta pagine e si giunge ad una conclusione, a mio parere, troppo veloce e inconcludente. I disegni sono particolarmente belli, valorizzando soprattutto le espressioni dei personaggi (ne troverete un paio davvero brillanti) e il contrasto tra luci ed ombre. Consiglio questo numero di Dylan a tutti gli amanti dell'indagatore dell'incubo e a tutti coloro che cercano un fumetto maturo che riesca ad intrattnere per tutta la lettura (nonostante potesse dare molto di più); per coloro che vogliono avvicinarsi al personaggio Bonelli solo ora suggerisco di recuperare i due numeri scorsi che vi daranno un esempio del vero potenziale di questo fumetto.
Voto: 7 1/2

giovedì 9 dicembre 2010

Fairy Tail 18 e Bloody Monday 5

Concludiamo la serata di commenti (a meno di eventuali sorprese) con un altro paio di manga, questa volta targati Star Comics! A presto con altri post!


Titolo: Fairy Tail n.18
Genere: manga, action/fantasy
Storia: Hiro Mashima
Disegni: Hiro Mashima
Trama: continua il terribile scontro contro gli Oracion Seis, la gilda che ha intenzione di attivare il potente incantesimo "Nirvana" che tramuta la luce in oscurità (anche quella nei cuori delle persone). Assisteremo quindi allo scontro tra Lucy e Angel, tra Natsu e Cobra e tra Hoteye e Brain. Come se non bastasse scopriremo qualcosa in più sul misterioso personaggio che sembra essere in tutto e per tutto l'ex amico di Elsa, Gerard.
Commento: quando la trama si riduce a mero (e banale) combattimento un fumetto perde abbastanza punti, secondo me. È il caso di questo numero di Fairy Tail, per il quale l'unico aggettivo che riesco a trovare è "scontato". La trama non si evolve particolarmente e, per quel poco che lo fa, non riesce minimamente a stupire il lettore (nonostante il carisma dei personaggi rimanga quasi del tutto inalterato). I disegni sono come sempre molto belli e dettagliati, anche se devo dire che in questi episodi Mashima non riesce a sorprendere nemmeno sotto questo punto di vista. Sia chiaro che non ci troviamo davanti ad un brutto numero, ma solamente ad un numero che punta solamente ai combattimenti e che, non essendo del livello di Bleach (esempio di ottimi scontri), non stupisce sotto alcun aspetto. Consigliato agli amanti dell'azione pura e a coloro che cercano un fumetto senza troppe pretese che sappia intrattenere per la mezz'ora di tempo che vi porterà via.
Voto: 6/7


Titolo: Bloody Monday n.5
Genere: manga, action/thriller
Storia: Ryou Ryumon
Disegni: Kouji Megumi
Trama: Fujimaru è stato rapito e ora è costretto a collaborare affinchè la vita di sua sorella Haruka e del suo migliore amico Otoya non sia messa in pericolo. Proprio per patteggiare sulla vita dei suoi cari Fujimaru deciderà di incontrare il capo dell'organizzazione che ha intenzione di diffondere il virus Bloody-x; ma avrà grandi sorprese nello scoprire il suo vero avversario. Cosa farà il giovane hacker pur di aver salva le vite delle persone a cui tiene? Che fine farà la spia che tiene sott'occhio Otoya e Haruka? Le risposte in questo quinto, avvincente volume di Bloody Monday!
Commento: questo fumetto non fa altro che migliorare numero dopo numero, trasmettendomi sempre di più le emozioni che mi trasmise a suo tempo "Death Note". La trama è scritta in maniera davvero magistrale e riesce a far presa sul lettore come pochi altri manga riescono a fare, calibrando colpi di scena e dialoghi eccezionali pagina dopo pagina. Anche i disegni di questo fumetto sono davvero brillanti e riescono, con quello stile che si stacca dai canoni "manga=occhi grandi", a colpire il lettore più di una volta grazie al tratto deciso che caratterizza i personaggi. Consiglio questo fumetto a tutti coloro che amano i manga che non siano solamente una serie di combattimenti uno dietro l'altro, ma che riescano a trasmettere emozioni grazie ad una storia ben scritta e a dei disegni di alto livello; una delle sorprese dell'anno che non dovete assolutamente perdere!
Voto: 9 1/2

Demian Special 2

Continuiamo con il secondo Special dedicato al personaggio Bonelli ideato da Pasquale Ruju: Demian!


Titolo: Demian Special n.2
Genere: fumetto italiano, noir
Storia: Pasquale Ruju
Disegni: Fabrizio Busticchi e Luana Paesani
Trama: la spietata Dalila ha intenzione di ricostruire il Trait D'Union (l'organizzazione criminale gestita in passato Jean-Luc Corsari) e per tirare Gaston dalla sua parte non si fa nessuno scrupolo, nemmeno quello di rapire Etienne, il figlio di Demian. È per questo che il nostro eroe farà ritorno dal bel mezzo dell'Africa a Marsiglia; per farle vedere che questa volta si è messa contro l'uomo sbagliato. Una nuova emozionante avventura per l'eroe francese; avventura che risolverà molte domande sul passato di Demian, ma che ne solleverà altrettante!
Commento: c'è poco da fare: a me piace molto come scrive le storie Pasquale Ruju! Ho trovato la trama di questo secondo speciale di Demian davvero ben scritta e capace di far volare le 224 pagine del quale è composta; il tutto grazie a dialoghi sempre brillanti e a dei tempi d'azione ben gestiti, mescolando ottima azione a testi sempre appropriati. Un plauso particolare va fatto anche ai disegni di quest'albo, che riescono a trasmettere l'atmosfera di fumetto noir alla perfezione! Consigliato agli amanti dei polizieschi e a coloro che sentono il bisogno di leggere un fumetto d'azione senza alcun elemento sovrannaturale, che riporti alla memoria gli ottimi film gialli degli anni 60/70. Che dire quindi? È sempre bello riavere tra le mani le avventure di Demian e mi auguro che i prossimi albi (uno all'anno è garantito) riescano a mantenersi su questo, ottimo, livello!
Voto: 9+

Mar 2 e Replica 3

Continua la mia lettura di fumetti accumulati negli ultimi mesi e, di conseguenza, continuano i post dedicati ad essi! Vi lascio quindi ad una paio di manga targati GP! A presto!


Titolo: Mar n.2
Genere: manga, action/fantasy
Storia: Nobuyuki Anzai
Disegni: Nobuyuki Anzai
Trama: dopo aver incontrato Jack nello scorso numero, Ginta farà la conoscenza di moltissimi altri personaggi che avranno un ruolo fondamentale nel suo ritorno a casa dal mondo magico nel quale è precipitato. Tra questi troviamo: Alviss, misterioso guerriero che sembra essere la causa dell'arrivo di Ginta in questo mondo; la principessa Snow, seguita sempre dal suo amico Ed/Alan e la tetra Armata degli Scacchi, che ha tutte le intenzioni di scatenare una nuova guerra. Se volete scoprire come continuano le avventure di Ginta correte subito in edicola a recuperare il secondo numero di Mar!
Commento: il mondo fantasy costruito da Anzai è certamente capace, nonostante una banalità di fondo sempre persistente, di coinvolgere il lettore grazie soprattutti a dialoghi ben costruiti e a personaggi particolarmente carismatici. La trama, nonostante sia solamente all'inizio, è sostenuta e continua ad introdurre nuovi e promettenti personaggi; per quanto riguarda i disegni, invece, c'è da dire che hanno la capacità non impegnare troppo il lettore, contribuendo alla sensazione di freschezza complessiva che emana quest'opera. Consiglio questo manga agli amanti del fantasy puro e a coloro che sono alla ricerca di una trama che diverta, supportata da personaggi carismatici e da disegni che divertano.
Voto: 8 1/2


Titolo: Replica n.3
Genere: manga, action
Storia: Karakarakemuri
Disegni: Karakarakemuri
Trama: con questo numero giungiamo alla prima "conclusione" del racconto! Scopriamo le vere intenzioni di AAA e vedremo l'assalto di "Cards" allo stabilimento di creazione dei Toys (con relative, gigantesche battaglie). Riuscirà Manji a difendere i propri ideali? E che ne sarà della marionetta che prova sentimenti Cal? La si può considerare come una persona reale oppure no? Incredibili rivelazioni, intrighi, tradimenti e battaglie in questo penultimo numero di Replica!
Commento: questo manga è bello almeno tanto quanto è difficile descriverlo! La trama è accattivante e si diverte a colpire in faccia il lettore con continui colpi di scena, lasciandolo il più delle volte incapace di reagire e obbligandolo a finire la lettura tutta d'un fiato. Per non parlare dei disegni che, grazie al tratto a tinte dark e all'espressività dei personaggi, varrebbero da soli l'acquisto del fumetto. Se poi a questo aggiungete dei personaggi ai quali non potete non affezionarvi ecco che avrete un acquisto obbligatori per tutti gli amanti dei manga "adulti". Consiglio questo numero (e, ovviamente, l'intera serie) agli amanti delle storie mature, capaci di far riflettere ma che allo stesso tempo ci fanno rimanere bambini dentro. Assolutamente da non perdere!
Voto: 9 1/2

martedì 7 dicembre 2010

Dampyr 128 e Dampyr 129

Continuiamo come promesso con un paio di albi dedicati al cacciatore di vampiri di casa Bonelli:


Titolo: Dampyr n.128
Genere: fumetto italiano, horror/azione
Storia: Samuel Marolla
Disegni: Arturo Lozzi
Trama: questa avventura porterà Harlan Draka a confrontarsi con una misteriosa maledizione che sembra essere ricaduta su una vecchia locanda posta nel bel mezzo di un bosco. Harlan incontrerà un uomo chiamato Klaus che sembra avere un forte legame con quel strano posto; da bambino egli è stato testimone, infatti, dell'omicidio del suo caro amico Christian, ucciso dalle strane presenze che sembrano risiedere in quel luogo. Riuscirà Harlan a risolvere il mistero della "locanda delle ultime feste"?
Commento: ho trovato questa storia di Dampyr scritta bene come poche altre! La trama è, seppur talvolta leggermente banale, capace di catturare appieno il lettore soprattutto grazie a dialoghi intelligenti e tempi ben calcolati. I disegni riescono a ricreare alla perfezione le atmosfere classiche del genere horror grazie ad ottimi giochi di chiaroscuro, contribuendo all'immersione del lettore nella storia. Consiglio questo numero di Dampyr non solo a chi conosce il personaggio e vuole continuare a leggere le sua avventure, ma anche a coloro che vogliono avvicinarsi solamente ora al celebre cacciatore di vampiri di casa Bonelli (questo è ottimo numero per comprendere lo spirito del personaggio).
Voto: 9


Titolo: Dampyr n.129
Genere: fumetto italiano, horror/azione
Storia: Luigi Mignacco
Disegni: Alessandro Bocci
Trama: in questo numero Harlan, Kurjak e Tesla faranno la conoscenza di un Maestro delle Tenebre che sembra aver trovato il modo di riportare in vita i non morti senza la loro caratteristica sete di sangue e con la capacità di sopportare la luce solare. Godwin Brumowski è un vampiro al servizio di Draka ed è sempre stato un alleato del nostro trio di eroi; egli ha preso l'importante decisione di sottoporsi alla cura per poter tornare a "vivere" alla luce del giorno. Ma se fosse la cosa sbagliata da fare? E se sotto tutto questo buonismo si nascondesse qualcosa di più? Le risposte in questo nuovo numero di Dampyr!
Commento: nonostante non raggiunga i livelli dello scorso episodio, ci troviamo di fronte ad un ottimo numero della serie! La trama è ben scritta e riesce, soprattutto grazie a scene molto veloci e dinamiche, a far presa sul lettore (da criticare leggermente il finale troppo veloce). I disegni sono molto curati, ma devo dire che l'interpretazione di Tesla (con la faccia che talvolta ricorda un pipistrello) non mi ha convinto del tutto. Consiglio quest'avventura agli amanti della serie (quantomeno a coloro che conoscono anche alcuni personaggi secondari) e a coloro che apprezzano le avventure in stile "Indiana Jones"; per tutti coloro che cercano ora di avvicinarsi alla serie Bonelli suggerisco di recuperare lo scorso numero (vedi sopra) in modo da avere eventi totalmente slegati dalla trama principale.
Voto: 8+

Deadpool: in viaggio con la testa 2

Dopo il post dedicato alla fiera di Mestre torniamo ai soliti commenti ai fumetti (la pila sta drasticamente diminuendo!). Passiamo quindi alla seconda parte di "Deadpool: in viaggio con la testa" e vi posso già anticipare che il prossimo post sarà dedicato ad un paio di Dampyr. Alla prossima! Bye!


Titolo: Deadpool: in viaggio con la testa n.2
Genere: fumetto americano marvel, supereroi
Storia: Victor Gischler
Disegni: Bong Dazo, Kyle Baker, Rob Liefeld, Das Pastoras e Matteo Scalera
Trama: continuano le strane avventure di Deadpool, impegnato nel riportare a casa la testa del suo alter-ego proveniente da un universo parallelo dove tutti i supereroi sono diventati degli zombie. In questo numero incontrerà altri se stesso da varie dimensioni, dovrà combattere contro un esercito di zombie e conquistare una nuova ragazza che sembra essere interessata a lui! Vi chiedete se "ferisce più la lingua che la spada"? Leggete Deadpool e scoprirete che chi le sa usare entrambe parte avvantaggiato!
Commento: altro numero da capogiro per il mercenario chiaccherone! La trama si evolve e regala momenti, se possibile, ancora più avvincenti del primo volume grazie all'idea degli universi paralleli. I disegni sono più vari rispetto al passato, ma tutti pertinenti alla dimensione nella quale si trova il mercenario chiacchierone; da notare i disegni del bravissimo Matteo Scalera che contribuiscono ad aumentare il valore di questo volume (che ho prontamente fatto autografare dall'autore di Parma). Non potete perdere questo magnifico numero di Deadpool! È semplicemente quanto di più divertente possiate trovare all'interno dell'universo marvel! Una piccola chicca: anche questa volta troviamo una serie di cover dedicate a film, fumetti e persino album (da "Trainspotting" a "Nevermind" dei Nirvana). Correte a comprare subito "Deadpool: in viaggio con la testa 2"!
Voto: 10

lunedì 6 dicembre 2010

Mestre Comics Live! (parte 1)

Ecco il momento che tutti aspettavano (seeee): le foto scattate durante la giornata di ieri al "Mestre Comics"! Partiamo quindi subito:


Partiamo con Stefano che trucca Massimo (si...Alucard trucca Kiba) con dei simpatici colori che probabilmente non andranno mai più via :D (la prossima volta usa quelli di Warhammer!)


Ed ecco Kiba in azione! Complimenti a Massimo per la sua prima esibizione come cosplayer! La prossima volta ti vogliamo in gara!


Ecco invece Stefano/Alucard con tanto di pistole, fondine e guanti fatti in casa! Assolutamente magnifico!


Bellissimo duello tra Jighen e Alucard (con tanto di Super Mario in mezzo). Inutile dire chi ha vinto :D


Ecco il trio Laura, Kib...ehm..Massimo e Helena!


Il team che mangia la pizza (un'ora di attesa e non l'abbiamo nemmeno finita 0.0). A partire da sinistra: Matteo, Martina, Stefano e Helena!


Il team Hellsing (Alucard/Stefano, Anderson e Alucard di nuovo)!


E per concludere ecco una splendida via vista a Mestre XD Meritava! Appena arriveranno altre foto verranno caricate! A presto! :D

Holy Talker 3 e Kolisch 3

Concludiamo i commenti per oggi con un ultimo post sempre dedicato ad un paio di manga targati GP! A dopo con le foto di Mestre Comics!


Titolo: Holy Talker n.3
Genere: manga, action
Storia: Rando Ayamine
Disegni: Rando Ayamine
Trama: tutto il Comitato Esecutivo è partito per Kyoto alla ricerca del precedente Apostolo per indagare sul perchè un frammento del Santo Graal è stato ritrovato all'interno del corpo di un demone; ma le risposte non saranno semplici da trovare come pensavano. Mentre metteranno insieme tutti i tasselli per comprendere la verità i nostri eroi dovranno combattere un terribile avversario: il conte Shade dai mille occhi.
Commento: ho trovato questo numero di Holy Talker leggermente sottotono rispetto agli scorsi. La trama si sviluppa in modo abbastanza banale, ma grazie a qualche battaglia entusiasmante e a qualche rivelazione riesce comunque a far presa sul lettore. I disegni sono, come sempre, molto belli e sono da soli un più che valido motivo per acquistare questo fumetto. La lacuna principale di questo numero, secondo me, è la totale mancanza di dialoghi particolarmente brillanti che rendano la storia interessante e capace di catturare appieno il lettore (cosa caratteristica del primo e del secondo tankobon). Consiglio questo manga a tutti coloro che amano le storie d'azione e a coloro che cercano un fumetto ben disegnato che sappia unire una trama interessante (non innovativa) a dei personaggi carismatici.
Voto: 7 1/2


Titolo: Kolisch n.3
Genere: manga, action
Storia: Yuki Kobayashi
Disegni: Yuki Kobayashi
Trama: si accende lo scontro tra Kolisch e Bigot, il terribile biologo di Almighty (misteriosa organizzazione che si oppone alla Scienza Assoluta). Ma il nostro scienziato non sarà solo a combattere questa battaglia: avrà infatti l'aiuto dell'hacker Asashi e dell'esperto di robotica Ajoy! Uno scontro senza esclusione di colpi per salvare la bella Madoka che è stata catturata da Rosenthal per scopi ancora non del tutto chiari. Da non perdere!
Commento: ci troviamo sicuramente di fronte al miglior tankobon della serie (composta al momento solamente di tre numeri)! La trama subisce qualche piccolo sviluppo ma è soprattutto l'immenso carisma dei protagonisti a fare da padrone in questo numero di Kolisch. Persino i disegni sembrano aver subito un'impennata e ora li ho trovati più accattivanti e capaci di stupire l'occhio del lettore in più di un'occasione! Consiglio questo numero a tutti coloro che amano gli shonen classici ma conditi con elementi che li rendono unici (in questo caso la scienza), e a tutti coloro che cercano un manga dove il carisma di ogni singolo personaggio sia capace di stupirci continuamente; per chi non avesse ancora mai provato Kolisch suggerirei di recuperare i primi numeri in modo da gustarsi appieno questo terzo, bellissimo, volume!
Voto: 8/9

Mar 1 e Out Code 1

Continuando quello che abbiamo interrotto ieri ecco un paio di post contenenti commenti agli ultimi manga targati GP che ho letto ultimamente. Dopo questi due post posso assicurarvi che troverete qualcosa riguardo "Mestre Comics" (fiera che si è svolta ieri a Mestre). Per ora vi lascio! A presto!


Titolo: Mar n.1
Genere: manga, action/fantasy
Storia: Nobuyuki Anzai
Disegni: Nobuyuki Anzai
Trama: Ginta è uno studente delle medie che passa le giornate a sognare un mondo fantastico e nel quale può vivere grandissime avventure. Ma c'è qualcosa di strano: egli continua a sognare da oltre cento notti lo stesso identico mondo e una volta svegliato ne ricorda i minimi particolari. Quello che poteva essere solamente una serie di strani sogni improvvisamente diventa una realtà quando il ragazzo viene catapultato in questo magico mondo chiamato Mar Heaven. Qui farà la conoscenza di Dorothy, una strega che intende sfruttarlo per la sua forza, di Babbo, un Arm (gioiello che diventa un'arma) parlante e di molti altri personaggi. E l'avventura è solo all'inizio!
Commento: diciamo che ci troviamo di fronte ad un fumetto molto semplice ma allo stesso tempo davvero divertente. La trama è molto banale ma riesce, grazie al carisma dei personaggi, a catturare il lettore e a trasportarlo all'interno del magico mondo di Mar. Lo stesso discorso si può fare per i disegni che, nonostante siano molto semplici, fanno pienamente il loro dovere rilassando la mente del lettore senza tavole complicate ma con un tratto nitido che talvolta ricorda i giochi in cell shading. Consiglio questo fumetto a tutti gli amanti del fantasy e a coloro che cercano una nuova serie che sappia divertire appieno senza impegnare troppo. PS: da questo fumetto è stata tratta una serie andata in onda su Hiro e che da questo inverno approderà su Italia uno!
Voto: 8 1/2


Titolo: Out Code n.1
Genere: manga, action
Storia: Haruhiko Himenogi
Disegni: Karin Suzuragi
Trama: studenti bruciati vivi e ritrovati in acqua, forum misteriosi dove si possono ordinare omicidi, una misteriosa serie di morti compiute da un fantasma con una maschera da samurai e una gigantesca epidemia scoppiata all'interno di un ospedale. Questi sono solo alcuni dei misteriosi casi che implicano particolari persone dotate di bizzarri poteri chiamate "praticanti". Ma chi sono queste persone? E cosa sa di loro Kirio Kirisaki, spavaldo studente dotato di strani poteri elettrici? Le risposte in questo nuovo manga in pieno stile Kodansha!
Commento: ho trovato questo manga davvero ben ideato e dal background più che interessante. La prima storia serve a presentare i personaggi e lo fa in maniera eccelsa dandoci un'ottima visione dei poteri del protagonista e del suo scopo all'interno della trama; la seconda avventura (quella della maschera da samurai) è leggermente più banale ma sa regalare un paio di colpi di scena di tutto rispetto; per quanto riguarda il terzo e ultimo racconto c'è da dire che è ottimo per scoprire qualcosa sul passato di Kirio, ma (a mio parere) potevano giocarsi meglio il colpevole dell'attentato all'ospedale. Tutte queste storie sono disegnate in maniera eccelsa con un tratto che ricorda vagamente "Fate stay night" (ovvero disegni precisi e mai caotici) e che contribuisce ad aumentare la qualità dell'opera. Da notare che in fondo al volume è presente un prologo alle vicende del manga sotto forma di romanzo (una ventina di pagine), il che sottolinea maggiormente la cura che è stata posta nel realizzare questa serie. Consiglio questo manga a tutti coloro che cercano un "detective Conan" con elementi sovrannaturali e quel pizzico di azione in più tale da renderlo piacevole anche per tutti gli amanti del genere shonen classico.
Voto: 8 1/2

domenica 5 dicembre 2010

Spider-man: guardando indietro (GS 87)

Concludiamo infine la serata con il commento al numero di due settimane fa de "le Grandi Saghe"! A domani con altri post riguardanti commenti e anche con le foto scattate oggi di "Mestre Comics"! Bye!


Titolo: Spider-man: guardando indietro (GS 87)
Genere: fumetto americano marvel, supereroi
Storia: Joseph Michael Straczynski
Disegni: John Romita Jr.
Trama: Peter Parker cerca, in questo ciclo di storie, di mettere a posto la propria vita privata. Spidey si trova infatti senza una moglie (M.J se n'è andata di casa), con una zia che ha appena scoperto il suo segreto, nuovi nemici (ma non solo) e una profezia che sembra dare un'interpretazione mistica sulle sue origini; niente male per il neo professore di liceo eh. Scoprite come riuscirà a risolvere i suoi problemi, il nostro tessiragnatele preferito, leggendo questo avvincente numero de "le Grandi Saghe"!
Commento: Straczynski è uno di quei autori che mi lascia molto molto confuso. La trama è scritta davvero in modo magistrale ma ci sono alcuni punti che, a mio parere, tentano di cambiare drasticamente la storia di Spidey in peggio (le origini ragnesche sono da dimenticare). Proprio quando la storia sta prendendo una piega che proprio non mi convince ecco che lo sceneggiatore cambia totalmente registro, abbandonando certi argomenti e riproponendoci un Spidey dai dialoghi memorabili. Penso che sia quindi una questione di gusti. Cosa che proprio non si può dire dei disegni di Romita Jr., che possono solamente essere definiti come "magistrali" (è probabilmente quello che disegna Peter Parker nel modo migliore, a mio parere). Consiglio questo numero de "le Grandi Saghe" a tutti coloro che vogliono passare un po' di tempo con Spidey e scoprire tutti i retroscena della saga che ha preceduto "Civil War"; per tutti gli altri suggerisco di darci comunque un'occhiata visto l'altissimo livello delle tavole quì riprodotte.
Voto: 8/9

Brad Barron Special 4

Passiamo ora ad un fumetto italiano:


Titolo: Brad Barron Special n.4
Genere: fumetto italiano, fantascienza
Storia: Tito Faraci
Disegni: Max Avogadro
Trama: si pensava che dopo l'invasione dei Morb non ci potesse essere più nulla capace di impressionare le persone. Ci sbagliavamo. Durante una giornata come le altre dal cielo precipita una gigantesca sfera metallica che atterra in una piccola cittadina del Texas. Da quel giorno le cose sembrano non essere più le stesse per i cittadini, dato che si comportano tutti in modo molto strano e che il tasso degli omicidi è salito improvvisamente. Ad indagare su questo fatto viene mandato il biologo che ha scacciato la minaccia Morb: Brad Barron!
Commento: a partire da "l'invasione degli ultracorpi" sino al più recente remake de "la città verrà distrutta all'alba" troviamo in questo fumetto moltissime altre grandissime citazioni di film/libri di fantascienza sia vecchi che nuovi. La trama, per quanto poco originale, si adatta perfettamente al mondo post apocalittico immaginato da Tito Faraci e riesce a coinvolgere soprattutto mediante ottimi dialoghi che andrebbero benissimo anche in una trasposizione in film. I disegni sono molto curati, grazie a svariati giochi di luci ed ombre, riescono ad affascinare il lettore più di una volta. Consiglio questo fumetto agli amanti della fantascienza classica e a tutti coloro che vogliono sapere come proseguono le avventure di Brad Barron anche dopo l'invasione Morb.
Voto: 8+

Inuyasha new edition 13 e Xxxholic 17

Continuiamo con un altro paio di manga:


Titolo: Inuyasha new edition n.13
Genere: manga, azione/romantico
Storia: Rumiko Takahashi
Disegni: Rumiko Takahashi
Trama: in questo numero di Inuyasha assisteremo alla "rinascita" di Naraku e vedremo quale rapporto potrebbe instaurare con la sacerdotessa Kikyo. Inuyasha dovrà inoltre fare i conti con delle terribili visioni del suo passato e con colui che ha forgiato la sua spada Tessaiga e ora vuole testarne l'efficacia: il fabbro Totosai. Come se non bastasse questo dovrà persino affrontare il proprio fratello Sesshomaru che ha tutte le intenzioni di ucciderlo e privarlo della spada derivante dalla zanna del loro comune padre.
Commento: la cosa che manca maggiormente a Inuyasha è la capacità di stupire. Non che sia un brutto manga, anzi, ma non riesce ad avere quel mordente che molti altri fumetti hanno e che lo innalzerebbe ad un livello più alto. La trama prosegue senza particolari colpi di scena (e quei pochi sono poco enfatizzati) ma riesce comunque a farsi leggere più che piacevolmente. I disegni, seppur molto "classici" e divertenti, soffrono dello stesso problema della trama: la scarsa capacità di stupire. Consiglio questo manga a coloro che sono innamorati dello stile della Takahashi e a coloro che cercano una storia d'amore farcita con scene d'azione che riesca ad intrattenere per la durata del fumetto.
Voto: 7


Titolo: Xxxholic n.17
Genere: manga, fantasy/comedy
Storia: CLAMP
Disegni: CLAMP
Trama: continuano, dopo la scomparsa di Yuko, le avventure di Watanuki come padrone del magico negozio! In questo numero dovrà aiutare una vecchia conoscenza (e non del tutto amica) a recuperare una rara perla cremisi. Passando per il compleanno di Domeki ci si avvicina al primo aprile, compleanno di Watanuki e unico giorno nel quale gli è possibile vedere l'amata Kunogi. Perchè i due non si possono vedere durante gli altri giorni dell'anno? Quali altri insiedie attendono in nuovo padrone del negozio? Riuscirà a cavarsela senza l'aiuto di Yuko? Le risposte in Xxxholic 17!
Commento: irripetibile la magica atmosfera che riescono a creare le CLAMP in questo fumetto! La trama è, come sempre, molto complessa e articolata; i dialoghi sono talvolta troppo lenti ma si fondono perfettamente con il fascino surreale (e talvolta inquietante) di questa serie. Seppur abbastanza sproporzionati i disegni sono molto belli da vedere (classico stile CLAMP) e riescono più di una volta a strappare un sorriso al lettore che si trova spiazzato da un mix di parti serie e di scene demenziali. Consigliato a tutti gli amanti delle storie particolari e abbastanza strane; per tutti gli altri suggerisco di provare i primi numeri prima (e possibilmente anche la saga parallela "Tsubasa") e vedere così sesi è intenzionati a continuare la serie.
Voto: 8 1/2

Hellsing 3 e Brave Story 13

Dopo un'intensa giornata passata alla fiera del fumetto di Mestre (le foto le vedrete domani) eccomi a scrivere un bel po' di post (oltre a questo almeno altri tre) con svariati commenti! Andiamo subito ad incominciare quindi:


Titolo: Hellsing n.3
Genere: manga, action/horror
Storia: Kohta Hirano
Disegni: Kohta Hirano
Trama: in questo numero di Hellsing troviamo Alucard e Seras diretti in Sud America per indagare sulla misteriosa organizzazione chiamata "Millenium". Le cose, però, prendono una strana piega una volta giunti a destinazione; i nostri eroi vengono infatti assaliti da un gruppo di poliziotti comandati proprio dalla malvagia organizzazione e capeggiati dal letale Tubalcain. Sarà un vero e proprio massacro!
Commento: nonostante sia solamente il terzo numero della serie è incredibile come sia riuscito a conquistarmi questo fumetto! La trama, seppur ancora da sviluppare, è davvero ben gestita e i dialoghi sopra le righe si fondono perfettamente con il carisma esagerato dei personaggi (Alucard su tutti!). I disegni sono notevolmente migliorati dal primo numero e riescono a rendere alla perfezione le atmosfere horror/splatter della serie con alcune tavole davvero meravigliose. Non posso fare altro che consigliare nuovamente a tutti la lettura di questo manga che, vedrete, saprà regalarvi momenti adrenalinici come pochi altri!
Voto: 9 1/2


Titolo: Brave Story n.13
Genere: manga, action/fantasy
Storia: Miyuki Miyabe
Disegni: Yoichiro Ono
Trama: continua il terribile scontro con Onba, la creatura demoniaca che si è totalmente impossessata del corpo di Kaori e che ora vuole riportare su Vision il Mondo Demoniaco. Assisteremo inoltre all'enorme coraggio di Book e scopriremo anche le vere intenzioni di Misturu Ashikawa! Riusciranno i nostri eroi a scacciare le orde demoniache e a combattere con le rimanenti forze del Sigdra? Scopritelo in questo nuovo emozionantissimo volume di Brave Story!
Commento: la velocità con il quale leggo questo manga ha dell'incredibile! La trama è, seppur abbastanza banale, scritta in modo da catturare il lettore dalla prima all'ultima pagina e ad invogliarlo a comperare il numero successivo. I disegni sono abbastanza semplici ma riescono nell'intento di non stancare mai l'osservatore e di non risultare mai ripetitivi tra di loro. Continua la mia impressione che, talvolta, non sia bene chiaro al disegnatore la vera età dei personaggi dato che appaiono in più vignette come adolescenti, mentre in molte altre come bambini decisamente più giovani. Consiglio questo manga a tutti coloro che cercano una storia appassionante che riesca ad intrattenere senza troppe pretese e a coloro che amano il genere fantasy (draghi, maghi, duelli con spade, etc).
Voto: 8

giovedì 2 dicembre 2010

Dylan Dog 289 e Dylan Dog 290

Passiamo ora al commento di un paio di fumetti italiani: il numero 289 e 290 di Dylan Dog che da quattro anni non aveva una storia divisa in due parti!


Titolo: Dylan Dog n.289
Genere: fumetto italiano, thriller/horror
Storia: Giuseppe De Nardo
Disegni: Daniele Bigliardo
Trama: in questa prima parte della storia Dylan dovrà andare alla ricerca della lancia di Irminsul con lo scopo di uccidere l'erede oscuro di un antico demone chiamato Atamaru e impedirne così la rinascita. Non potendo farcela da solo l'indagatore dell'incubo sarà costretto a chiedere l'aiuto di alcuni suoi vecchi alleati come Winston McCloud e Bill Porter.
Commento: definire questa storia di Dylan Dog "avvincente" è dir poco! La storia si sviluppa con un ritmo che cresce di pagina in pagina grazie a trovate geniali e ad enigmi che, volendo, il lettore può cercare di risolvere prima del nostro eroe cartaceo. I disegni sono molto dettagliati e aiutano ad immedesimarsi nell'indagatore dell'incubo sempre di più nel corso della narrazione. Consigliato agli amanti delle storie d'azione contornate da una trama coinvolgente, ai fan di Dylan Dogm ma anche a coloro che non si sono mai avvicinati a questo personaggio dato che grazie a questa storia potete farvi una chiara idea di cosa vi siete persi sino ad ora!
Voto: 9


Titolo: Dylan Dog n.290
Genere: fumetto italiano, thriller/horror
Storia: Giuseppe De Nardo
Disegni: Daniele Bigliardo
Trama: in questa seconda parte della storia troviamo Dylan e Bill alle prese con la ricerca della sacra lancia. Riusciranno a sopravvivere alle varie prove alle quali sono sottoposti? E come faranno a liberarsi del pericoloso Costantin Almanegra che li sta seguendo con lo scopo di ucciderli? Riusciranno infine a sconfiggere l'erede oscuro e ad impedire il risveglio del terribile Atamaru? Le risposte in questa ultima seconda e ultima parte della storia!
Commento: non accenna neanche un po' a calare la tensione durante le 98 pagine di questo numero! La trama continua a mantenersi su livelli altissimi e, grazie ad un saggio mix tra azione ed enigmi, riesce a coinvolgere pienamente il lettore catapultandolo all'interno della storia anche grazie ai magnifici disegni di Bigliardo! Era da tempo che non trovavo una storia di Dylan Dog così appassionante e che mi togliesse il fiato durante la lettura; inoltre penso che l'idea di proporre gli enigmi in modo che anche il lettore possa risolveri aumenti notevolmente l'interazione con il fumetto, o almeno per me è stato così. Consiglio questo numero di Dylan Dog a tutti, che siate appassionati del personaggio o meno e vedrete che non ve ne pentirete (a patto ovviamente di aver recuperato anche la prima parte della storia).
Voto: 9

The walking dead 1

Con questo post terminiamo i grandi albi della giornata e dal prossimo tornerò ad occuparmi dei classici fumetti mensili. Gustatevi per ora il primo numero della serie zombie vincitrice degli Eisner e Harvey Awards dalla quale è stato tratti il telefilm trasmesso in questi giorni da "Fox": The walking dead!


Titolo: The walking dead n.1
Genere: fumetto americano, horror
Storia: Robert Kirkman
Disegni: Tony Moore
Trama: una misteriosa epidemia di proporzioni apocalittiche è esplosa nel mondo e ha trasformato le persona in assatanati cannibali che pensano solamente a come cibarsi. Rick Grames è un agente di polizia che, dopo essere caduto in coma, si risveglia in questo mondo e, senza sapere cosa è accaduto, si mette alla ricerca della propria famiglia. Molti saranno gli incontri che farà già in questo primo volume e molti ancora lo attendono nei prossimi episodi. Riuscirà Rick a trovare la propria famiglia e i prori amici? Scoprirà quello che sta accadendo al mondo? Le risposte in questo primo numero della serie vincitrice dell'Eisner e dell'Harvey Award!
Commento: premetto che sono partito leggermente prevenuto dato che sto seguendo anche il telefilm su Fox che, a mio parere, è davvero pesante e poco pertinente al fumetto. La trama si sviluppa molto lentamente per aumentare la velocità solamente nel finale sorprendendo il lettore e lasciandolo con il desiderio di vedere come prosegue la storia. I personaggi risultano tutti molto credibili (cosa caratteristica della serie) e, proprio nel modo opposto al telefilm, riescono a farsi apprezzare subito dal lettore. I disegni sono curati nei minimi dettagli e rendono alla perfezione l'atmosfera post apocalittica del fumetto (Tony Moore presta inoltre particolare attenzione alle scene splatter) catapultando l'osservatore all'interno della storia. Consiglio questo fumetto a tutti coloro che cercano una storia horror con un'anima che oltre a farci balzare sulla sedia dalla paura ci faccia anche riflettere sulla nostra esistenza come esseri umani.
Voto: 9

Deadpool: in viaggio con la testa 1

Il prossimo post è dedicato al fenomeno americano marvel del momento: Deadpool!


Titolo: Deadpool: in viaggio con la testa n.1
Genere: fumetto americano marvel, supereroi
Storia: Victor Gischler
Disegni: Bong Dazo
Trama: in questo numero Deadpool dovrà andare addirittura nella Terra Selvaggia per trovare una potenziale arma batteriologica di massa. Quando scopre però che l'arma non è altro che la sua testa proveniente dall'universo zombie il suo scopo sarà quello di difenderla da qualsiasi losco individuo voglia appropriarsene e di riportarla quindi nel suo oscuro mondo. Riuscirà a salvare il mondo e, perchè no, a conquistare la bella di turno? Scopritelo in questa seconda avventura di Deadpool!
Commento: "assolutamente magnifico" è l'unica definizione che mi viene in mente quando penso a questo fumetto. La trama è di per se molto interessante, ma sono i dialoghi a rendere il tutto talmente assurdo da ricordare talvolta il "Rat-man" di Leo Ortolani! I disegni sono sono molto particolari e tendono anche loro ad essere più "caricaturiali" che realistici in modo da fondersi perfettamente con la narrazione. Un plauso particolare per il protagonista di questa storia che si conferma essere una delle rivelazioni marvel degli ultimi tempi (assurda la quantità di citazioni che ci sbatte in faccia durante tutto l'albo) e alle copertine dei vari numeri (presenti in una cover gallery interna) che non sono altro che parodie delle locandine dei più grandi film del passato (da "lo squalo" a "l'alba dei morti viventi" passando per "pretty woman"). Consigliato a tutti coloro che cercano un fumetto divertente ed emozionante con un protagonista che vi farà innamorare di lui in poche pagine! Da non perdere assolutamente!
Voto: 10